Ruggiero Daluiso
No Comments

A volte ritornano: Maicon e Julio Cesar rivedono la Serie A

Scaricati dall'Inter forse troppo presto, due degli eroi del Triplete fanno ritorno nella massima serie italiana. Roma e Napoli scommettono su di loro: chi può fare meglio?

A volte ritornano: Maicon e Julio Cesar rivedono la Serie A
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

C’è chi la cresta la tiene alzata, pettinandola, e c’è chi, avendo vinto tutto con le proprie squadre di club, sulla cresta dell’onda c’è sopra da una carriera intera. Parliamo di Maicon Douglas Sisenando, classe 1981, e Jùlio César Soares, classe 1979, due non proprio giovanotti, che nella foto del profilo Wikipedia vestono ancora la maglia dell’Inter, come se il tempo non fosse passato mai. Del resto gli eroi sono eterni, insegna tanta mitologia. A trent’anni suonati, due importanti club del campionato italiano investono su di loro offrendo una maglia da titolare.

Maicon, nuovo terzino della Roma

Maicon, nuovo terzino della Roma

ROMA VISTA MONDIALE – Cappellino ed occhiali da sole, Maicon è sbarcato ieri a Fiumicino con un volo proveniente da Rio. “Sono felice, parlerò dopo aver firmato”, le uniche parole rilasciate dal giocatore prima di salire sull’auto che lo avrebbe portato al Policlinico Gemelli per sostenere la prima parte delle visite mediche. Accolto da una ventina di tifosi che gli hanno donato una sciarpa, nell’anno che porterà al mondiale, Maicon firmerà con la Roma un biennale da 3 milioni a stagione. Eppure non poche sono le perplessità intorno all’arrivo del campione brasiliano, intenzionato a smentire quanti lo giudicano come calcisticamente finito. Oltre il profilo del giocatore, ad essere messe in discussione sono le scelte tecniche di Sabatini, ormai ai ferri corti con la tifoseria. A Rudi Garcia spetterà il delicato compito di equilibrare e far coesistere il lavoro del direttore sportivo: un gruppo composto da giocatori giovanissimi ed altri nella fase finale della propria carriera. Ed è proprio questo il principale punto interrogativo in casa Roma: una squadra che dice di puntare a vincere, ma con in rosa pochi giocatori con l’età giusta per farlo.

UNA SARACINESCA A NAPOLI– Nonostante la partenza di Cavani, più tranquilla è la situazione della squadra di Benitez. Con l’arrivo ormai ufficiale del numero uno brasiliano, il tecnico spagnolo ha ottenuto quello che voleva: un portiere di grande esperienza internazionale e bravo a giocare con i piedi (Julio Cesar in allenamento con l’Inter giocava da centrocampista). Malgrado un inserimento nella trattativa del Villareal riportato negli ultimi giorni da più testate, Julio Cesar sarà il prossimo portiere del Napoli. La conferma arriva anche dall’agente del giocatore Josias Cardoso, secondo il quale si stanno discutendo gli ultimi dettagli del contratto con la società partenopea, ma la buona riuscita dell’affare non è mai stata messa in discussione. E’ cosa nota che Benitez fosse stato stregato da Julio Cesar durante un Chelsea-QPR della passata stagione, match nel quale il portiere si esibì in una seria impressionante di parate: un buon biglietto da visita per chi quest’anno punta a vincere davvero.

Federico Pavani
(Twitter @FedericoPavani)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *