Mirko Di Natale
No Comments

Calciomercato Serie A: le società mettono le ali, rivoluzione tattica

Da Isla a Biabiany, a Zuniga e Kolarov, passando per Maicon e Cerci; il mosaico che comporrà la nuova Serie A si sta completando giorno dopo giorno

Calciomercato Serie A: le società mettono le ali, rivoluzione tattica
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Maicon dovrà riconquistare il titolo di miglior terzino al mondo che aveva qualche anno fa

Work in progress! Il periodo che va da inizio giugno a fine agosto è caratterizzato da mille colpi di scena, in fondo il calciomercato lo si ama proprio per questo. E’ esattamente come stare seduti sulla poltrona del cinema e vedere un film in cui, i colpi di scena che si susseguono a ripetizione ti tengono li incollato e con il fiato sospeso. Il mercato dei terzini e delle ali (un ruolo che spesso si incrocia nel gioco del calcio) è in fermento in questa sessione di mercato.

LA SITUAZIONE – Nonostante a livello di nazionali l’Italia non se la passi decisamente male (Vice Campioni d’Europa sia a livello di Under 21 che a livello di nazionale maggiore), la Serie A è ormai diventato un campionato nettamente di secondo piano, come qualche anno fa lo era la Bundesliga che ora spopola. Alla ricerca di essere un campionato estremamente competitivo, in questa sessione però l’interesse dei giocatori stranieri di approdare in Serie A è aumentato in modo esponenziale. Certo le squadre italiane hanno comunque un certo fascino, che compensa ai fondi illimitati degli sceicchi: il Milan è la squadra più titolata d’Europa, l’Inter ha fatto il “Triplete” nel 2010, la Juventus è la squadra più forte attualmente in Italia, e poi formazioni come Napoli, Fiorentina, Roma e Lazio sono state fondate in bellissime città, motivo preferenziale rispetto ad altre città d’Europa.

EFFETTO DOMINO – Immaginiamoci di giocare a domino e di mettere le tessere una accanto all’altra. L’esempio concreto dell’attuale stato in cui cessa il mercato è proprio questo, basta che a spostarsi sia un giocatore che tutte le tasselle messe con tanta fatica, cadranno inesorabilmente a terra. Il giro dunque potrebbe essere questo: Mauricio Isla va all’Inter, alla Juve esce un’ala e deve essere rimpiazzata. Nel 2014 Juan Camilo Zuniga è in scadenza ed il Napoli, non riuscendogli a rinnovare il contratto, dovrà venderlo per non perderlo a zero il prossimo anno. Quindi Isla verrà sostituito da Zuniga, ed i partenopei con il cambiamento di modulo, hanno già acquistato José Maria Callejon che è il perfetto sostituto del colombiano nel gioco di Rafa Benitez. Un terremoto che scatena movimenti a catena, Paolo De Ceglie possibile pedina di scambio per Zuniga origina una trattativa per Jonathan Biabiany del Parma. Ma attenzione anche ad Aleksandar Kolarov, seguito da Juve ed Inter, oppure Alessio Cerci cercato dall’Atletico Madrid proprio nelle ultime ore, mentre Maicon Douglas ha riabbracciato l’Italia e la Roma negli ultimi giorni.

Vista la carenza di terzini in giro per l’Europa, almeno possiamo affermare che il campionato italiano eccelle per la qualità delle ali, una misera e magra consolazione di quel che prima fosse la Serie A, il campionato più bello d’Europa.

Mirko Di Natale

Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *