Orazio Rotunno
No Comments

Calcioscommesse, Gillet e Caputo stangati: pesanti le condanne da Bari

20 calciatori squalificati, pene dai 4 anni ai 6 mesi.

Calcioscommesse, Gillet e Caputo stangati: pesanti le condanne da Bari
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Francesco Caputo e Francois Gillet condannati nella vicenda calcioscommesse

Francesco Caputo con la maglia del Bari

Clamorose stangate per il mondo del calcio italiano arrivano dalla Commissione Disciplinare Nazionale, che questa mattina ha comunicato i deferimenti derivanti dal filone Bari-Bis del Calcioscommesse, per il quale erano stati deferiti dalla Procura Federale il Bari e 33 tesserati (illecito sportivo e omessa denuncia) in riferimento alle gare Bari-Treviso dell’11 maggio 2008 e Salernitana-Bari del 23 maggio 2009.

La Commissione presieduta da Sergio Artico- al termine del processo svoltosi a Roma tra il 4 e il 5 luglio presso l’NH Hotel Vittorio Veneto ha prosciolto appena due tesserati, nel dettaglio Willian Pianu e Nicola Strambelli, mentre per 20 sono arrivate squalifiche e inibizioni. Tra i sanzionati spiccano i nomi di Jean Francois Gillet e Francesco Caputo, portiere del Torino e capitano del Bari, rispettivamente squalificati per 3 anni e 7 mesi e 3 anni e 6 mesi per illecito sportivo e omessa denuncia.

Queste le sanzioni decise dalla Commissione Disciplinare: 4 anni di squalifica per Massimo Ganci, 3 anni e 7 mesi per Jean Francois Gillet e Gianluca Galasso, 3 anni e 6 mesi per Raffaele Bianco, Simone Bonomi, Francesco Caputo, Daniele De Vezze, Luca Fusco, Stefano Guberti, Vitali Kutuzov, Alessandro Parisi, Ivan Rajcic, e Vincenzo Santoruvo. Sono stati squalificati per 6 mesi Nicola Belmonte, Massimo Bonanni, Corrado Colombo, Mariano Martin Donda, Santiago Ladino e Vitangelo Spadavecchia, mentre a Cosimo D’Angelo è stata inflitta un’inibizione di 4 anni.

Stralciate invece le posizioni del Bari, che per questa vicenda verrà penalizzato di un punto nel campionato 2013/14, e quelle di alcuni tesserati, tra cui Cristian Stellini (6 mesi in continuazione della squalifica dello scorso anno), Nicola Santoni (9 mesi in continuazione), Alessandro Gazzi (3 mesi e 10 giorni, oltre a 40mila euro di ammenda), Simone Cavalli (4 mesi); Marco Esposito (20 mesi), Andrea Masiello (3 mesi e 15 giorni più 20mila euro che si aggiungono alla squalifica rimediata nel procedimento dell’estate scorsa e pari a 2 anni e 2 mesi e all’ammenda di 30mila euro), Paulo Vitor de Souza Barreto e Giovanni Marchese (3 mesi e 10 giorni oltre l’ammenda di 10mila euro), Davide Lanzafame (16 mesi e 40mila euro di ammenda).

Un’altra brutta pagina per il malandato calcio italiano.

Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *