Redazione
No Comments

I campioni del futuro: la soluzione al calcio indebitato

I campioni del futuro, tra Under 20 e Under 21: da Pogba a Morata, fino ad arrivare ai nostri Verratti e De Sciglio

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Marquinhos

Marquinhos, difensore brasiliano

La meglio gioventù, ecco la risposta alla crisi economica che affligge il calcio. Abbiamo visto nelle due recenti manifestazioni, Mondiale Under 20 ed Europeo Under 21 i migliori talenti in circolazione e in più ce ne sono tanti altri sparsi in Europa già pronti per essere protagonisti a livello internazionale. Addirittura si può fare un ipotetico top 11 e vedrete che questa squadra può giocarsela con molti avversari.

PACCHETTO ARRETRATO – In porta sicuramente il migliore è risultato il nostro Bardi, portiere di proprietà dell’Inter l’anno scorso al Livorno, un gatto tra i pali e decisamente esplosivo. Coppia centrale Marquinhos e Nastasic, molto giovani ma già con l’esperienza internazionale maturata nei loro club di appartenenza, in loro troviamo grinta, velocità e una grande impostazione di gioco. A sinistra un neo campione del mondo, con la Francia under 20, Lucas Digne, un autentico motorino della fascia, capace di spingere per 90 minuti, uno dei punti di forza dei transalpini. A destra, vista la duttilità, non possiamo che mettere il nostro Mattia De Sciglio: alla sua età già ha ricoperto tutti i ruoli della difesa con estrema sicurezza, quasi da veterano.

Marco Verratti

Marco Verratti

UN CENTROCAMPO SONTUOSO – Ipotizzando un 4-3-3, a centrocampo c’è solo da scegliere. Possiamo addirittura inserire cinque campioni sicuri per tre ruoli. La regia non possiamo che affidarla a Verratti (Psg) o in alternativa a Thiago Alcantara (Bayern), due che possiamo già considerare top nel ruolo. Ma per la regia c’è anche il nuovo talento dell’Inter, Kovacic, che nel disastro della squadra di quest’ultima stagione ne è uscito come uno dei pochi a salvarsi. Poi giù il cappello per l’Under 20 più forte in circolazione per detta di tutti, il miglior giocatore del Mondiale Under 20, l’uomo che ha incantato lo Juventus Stadium con giocate da artista e missili da bombardiere: si tratta di Paul Pogba, centrocampista della Juventus, una bellezza vederlo danzare con il pallone, un piacere vederlo muoversi. Altro posto per il centrocampo è per il francese Kondogbia, che l’anno prossimo sarà probabilmente un attore nel palcoscenico da sogno del Santiago Bernabeu e uno dei punti di forza del Real Madrid di Ancelotti.

Alvaro Morata

Alvaro Morata

LE FRECCE DELL’ATTACCO – In avanti le frecce nell’arco sono Nico Lopez, esploso nel Mondiale under 20 nell’Uruguay vice campione, di proprietà della Roma, passato in comproprietà all’Udinese nell’ambito dell’affare Benatia. Il centravanti è Morata, attaccante di proprietà del Real Madrid e che ha affossato la nostra nazionale nella finale dell’Europeo under 21. L’altro esterno di attacco è un talento che si è messo in evidenza già nella scorsa Europa league con il Partizan, si tratta di Lazar Markovic, un mix di genio e fisicità che già ha incantato gli osservatori dell’Inter lo scorso anno.

Ecco la soluzione per scappare dalla crisi economica che affligge il calcio, crescere giovani talenti del vivaio e farli diventare campioni fantastici come molti di quelli sopracitati. La voglia, la sfrontatezza e la genialità di questi ragazzi rappresentano l’essenza del calcio, il vero calcio, quello pulito, quello che noi tutti amiamo.

Gaetano Raele

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *