Mirko Di Natale
No Comments

Juventus: la formazione degli esuberi

I bi-campioni d’Italia hanno tanti nomi da vendere per costruire un tesoretto in grado di comprare, oppure risanare i precedenti acquisti. Ne nasce un 4-2-4 fantasia iper-offensivo

Juventus: la formazione degli esuberi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Secondo il sito Transfermarkt, è Mirko Vucinic il giocatore più costoso (21,5 milioni di euro)

Secondo il sito Transfermarkt, è Mirko Vucinic il giocatore più costoso (21,5 milioni di euro)

Ad esclusione di Fernando Llorente, Carlos Tevez e Angelo Ogbonna appena acquistati, sono pochi gli intoccabili alla corte di Antonio Conte alla Juventus. Attualmente la rosa conta 3 portieri, 10 difensori, 15 centrocampisti e 7 attaccanti, un po’ troppi per la “vecchia signora”. Proviamo ora ad imbastire una formazione completa di tutti gli esuberi bianconeri: il modulo sarà il 4-2-4 iper-offensivo (il primo voluto dal tecnico pugliese alla Juve) e non fate caso a come sono collocati i calciatori, stiamo giocando un po’ con la fantasia.

LA FORMAZIONE – In porta collocheremo Marco Storari (valutazione 600 mila euro). Il portiere trentaseienne ormai è quasi a fine della carriera ed è dunque di fronte ad un bivio importante. Appendere gli scarpini al chiodo da secondo di Buffon giocando solo qualche partitella, oppure fare altri due anni buoni in provincia? Ci starebbe pensando seriamente la Fiorentina che potrebbe offrirgli un posto da titolare, anche se lui però ha dichiarato di star bene alla Juventus.

DIFESA – Un’ inedita coppia difensiva di centrali composta da Marco Motta e Martin Caceres potrebbe starci. Il primo è sempre stato fuori dal progetto Conte, pellegrinando in prestito dapprima a Catania e poi a Bologna. Pagato 5 milioni ora ne vale 1,7, su di lui c’è la forte volontà della dirigenza di venderlo per poter ricavare qualcosina. Per l’uruguaiano reduce dalla Confederations, la necessità di venderlo potrebbe nascere dal fatto che i bianconeri sono già apposto a livello di centrali (Barzagli-Bonucci-Ogbonna e volendo anche Chiellini) e sugli esterni, per il nuovo modulo, la Juve continua a trattarli. La sua valutazione è di circa 9 milioni. Come terzini di spinta, a destra potrebbe giocare Reto Ziegler, acquistato e poi venduto nel 2011 (oggetto misterioso bianconero). 6 milioni e mezzo è il valore del suo cartellino attuale, mentre 3,2 vale quello di Paolo De Ceglie. Per l’aostano vale lo stesso discorso fatto precedentemente per Caceres, ed è già stato proposto a Torino e Bologna.

CENTROCAMPISTI – Con Emanuele Giaccherini venduto per 8 milioni più 2 di bonus al Sunderland, il centrocampo juventino sarebbe composto da Felipe MeloLuca Marrone come coppia centrale, e Jorge Martinez con Fabio Quagliarella sugli esterni. Il brasiliano vale 11 milioni ed eppure “madama” è costretto a venderlo per poco più di 4 ai turchi del Galatasaray, svalutando di fatto i 25 milioni pagati alla Fiorentina nel 2009 (un pacco che i tifosi bianconeri ricordano benissimo). Marrone infortunatosi con l’Under 21 all’Europeo è un giovane di prospettiva, i bianconeri vorrebbero privarsene in prestito (anche se per Jovetic sarebbe stato sacrificato interamente) e potrebbe far parte del centrocampo del futuro, magari divenendo il nuovo Marchisio (sono 4 i milioni di euro che attualmente vale). Jorge Martinez (valutazione 600 mila euro) chi l’ha mai visto nella Juventus? Arrivato con Luigi Del Neri (che lo ha fatto giocare in un ruolo non suo) non ha mai ripetuto le ottime stagioni a Catania, la Juve ha provato a privarsene in tutti i modi e probabilmente andrà in scadenza. Considerati i tre attaccanti in vendita, per caratteristiche facciamo giocare Quagliarella come esterno. Il Norwich offre 7 milioni, ma lui ne vale 10. Ha la media gol migliore tra gli attaccanti dello scorso anno, ed eppure questo non è bastato a convincere la società che lo ha messo in vendita.

ATTACCANTI – Mirko Vucinic ha richieste prevalentemente dall’estero, su di lui era molto forte l’interesse dello Zenit una decina di giorni fa (per il momento sembra essere scemato). Dai 15 spesi, il giocatore ora vale 21 e mezzo, una somma che però molti in Europa non possiedono per l’attaccante che, secondo il noto telecronista Fabio Caressa, spesso gioca con le pantofole ai piedi. Al genio del montenegrino non potremo che abbinare Alessandro Matri, una coppia vista poche volte in questa stagione. L’ex Cagliari, dopo un 2012 oscuro in termini realizzativi, si è ripreso negli ultimi sei mesi di campionato segnando diversi gol importanti. E’ colui che ha più estimatori (in Italia e in Inghilterra) ed ha un prezzo accessibile, circa 11 milioni di euro.

Secondo il sito Transfermarkt (i valori sono visibili su quel portale), in caso di vendita di tutti i giocatori, la Juventus avrebbe un tesoretto da 79 milioni e 100 mila euro. Ovviamente tutto questo è in linea teorica, ma comunque fa capire quanto la Juve potrebbe avere nuova forza monetaria per assicurarsi i colpi per puntellare la rosa. Il sogno sarebbe quello di riconquistare, dopo diciassette anni, la Champions League.

Mirko Di Natale

Twitter: @_Morik92_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *