Azio Agnese

Cassano si confessa: “Dopo la morte di Morosini ho pensato di smettere”

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il fantasista rivela i dubbi dopo l'improvvisa scomparsa del giocatore del Livorno

Antonio Cassano

MILANO, 15 MAGGIO – Che Cassano fosse maturato a livello caratteriale se n’è accorta tutta l’Italia. Sarà stato il passaggio al Milan, dove non puoi permetterti errori o “cassanate”, oppure la nascita del figlio Christopher avuto recentemente dalla moglie Carolina, di sicuro il Cassano che si confessa al settimanale Chi sembra tutt’altra persona rispetto al passato.

PAURA DI MORIRE – La paura è stata tanta, dopo l’operazione non credevo di poter tornare a giocare dopo poco tempo anche se c’era da parte di tutto lo staff medico un cauto ottimismo” rivela Fantantonio, “Però dopo aver visto morire due sportivi come Bovolenta e Morosini volevo mollare tutto, mia moglie mi guardava preoccupata, ero incapace di reagire alla situazione, non potevo mettere a repentaglio la mia vita e quella dei miei cari.”

IL RITORNO IN CAMPO – Quando mi dissero che potevo tornare in campo non ci credevo, ho pure pianto. Il giorno del ritorno ero emozionato, mi tremavano le gambe, non ho mai provato una sensazione cosi nemmeno all’esordio in serie A, per me è iniziata una nuova vita.”

L’ATTESA EUROPEA – “Sono contento di fare parte della spedizione azzurra, Prandelli mi ha sempre mostrato la sua fiducia, non mi ha mollato nemmeno quando si credeva non potessi partecipare. Adesso sono pronto, mi sento bene e speriamo di far bene.”

Azio Agnese

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *