Redazione
No Comments

Julio Cesar vs De Sanctis. Vota il migliore

Il Napoli prende il portierone ex Inter, mentre la Roma De Sancits, si risolve il rebus portieri per le due squadre. Si discute ora su chi farà meglio tra i due

Julio Cesar vs De Sanctis. Vota il migliore
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tra i colpi di questo calciomercato, sicuramente va segnalato il colpo Julio Cesar da parte del Napoli, con la conseguente cessione di De Sanctis alla Roma. Questo è il secondo colpo da parte di De Laurentis, dopo Callejon, arriva il portierone brasiliano, soddisfatto il suo allenatore Benitez, che rincorre il portiere da molti anni e finalmente riuscirà ad allenarlo. Per De Sanctis invece arriva il momento di lasciare Napoli dopo tanti anni ricchi di gioie e soddisfazioni, per lui ci sarà l’avventura a Roma, piazza calda come Napoli, che il buon Morgan affronterà con la sua solita professionalità e simpatia.

julio cesar inter mi hai feritoCHI MEGLIO, SFIDA APERTISSIMA –Sarebbe difficile prevedere il futuro, ma è ipotizzabile viste le qualità dei due singoli portieri, analizzare quali delle due squadre abbia fatto l’affare migliore. Innanzitutto, partiamo dal fatto che, stiamo parlando di due ottimi portieri, per Julio Cesar parla il suo curriculum e la sua grande storia con l’Inter, mentre De Sanctis sono diversi anni che conclude i campionati tra i portieri meno battuti, sicuramente per merito dell’organizzazione difensiva che Mazzarri ha saputo dare in questi anni al Napoli, ma anche per la bravura dello stesso portiere. Rivedere Julio Cesar in Italia è un qualcosa che ridà vigore alla nostra serie A, trattandosi ancora di uno dei portieri più forti del mondo, dove se mai ce ne fosse bisogno, lo ha dimostrato ancora una volta nella recente Confederation Cup,in cui “Julione” ha alzato l’ennesimo trofeo della sua grande carriera. Inoltre si rivedrà il duello stellare con il portiere della Juventus e della Nazionale, Gianluigi Buffon, i due non più di primo pelo, sono da anni sulla cresta dell’onda ma nonostante questo, non sembrano esserci portieri più forti di loro.

La Roma è stata la prima a trattare Julio Cesar, sembrava davvero ad un passo, poi all’improvviso la frenata dovuta all’alto ingaggio del portiere e il cambio di rotta, che ha portato nella direzione di Morgan De Sanctis. Sicuramente un bel colpo e con lui la Roma spera di risolvere il problema del portiere, visti i recenti flop dei vari Stekelenburg, Lobont e Goigochea, che spesso hanno penalizzato la Roma in partite importanti con papere clamorose. Alla luce dei fatti e visto i costi non proibitivi delle due operazioni, sembra un affare per entrambe le squadre, il Napoli che vuole riaprire un ciclo con Benitez ricomincia da un “grande” e “vincente” portiere, l’ideale per dare sicurezza alla difesa anche nelle dure partite in Champions e lì sicuramente peserà l’esperienza internazionale del brasiliano, maggiore di De Sanctis, basti guardare alle sue splendide partecipazioni alla competizione con l’Inter; la Roma allo stesso tempo, inserisce nel suo vulnerabile reparto difensivo, un portiere di assoluto valore e anche un grande uomo spogliatoio, che visto le tensioni romane non è una cosa da poco.

COSA DICE LA STORIA, IPOTIZZANDO IL FUTURO – Julio Cesar arriva in Italia voluto fortemente da Roberto Mancini, viene dato in prestito al Chievo e in pratica non gioca mai. Finisce la stagione ritorna all’Inter e lì trova Francesco Toldo, uno dei due è di troppo e l’Inter decide di puntare sul brasiliano e cedere il portiere italiano. Mai scelta fu migliore, Julio risponde sul campo a chi ha storto il naso a questa decisione e diventa a suon di parate l’idolo della curva. In poco tempo San Siro è ai suoi piedi, parate fantastiche, scudetti e diventa subito l’alter ego di Gianluigi Buffon, il Maradona dei portieri per la prima volta sembra aver trovato un rivale importante. Ma quello che succede nel 2010 va aldilà di ogni più rosea previsione, Julio Cesar con l’Inter targata Mourinho vince tutto, arriva il triplete, è Julio Cesar è il simbolo di questa straordinaria impresa. L’anno successivo conquista il mondo oltre l’Europa e conclude il ciclo incredibile avuto a Milano. L’anno scorso va via, all’Inter arriva Handanovic e tra le lacrime lascia San Siro, ma niente sarà dimenticato della fantastica storia tra il brasiliano e l’internazionale.

Morgan-de-SanctisMorgan De Sanctis per anni all’ombra di Peruzzi alla Juventus, vive a Napoli e con Napoli un rapporto fantastico: delusioni, amarezze, rivincite e tante soddisfazioni, tutto questo nella sua lunga avventura partenopea. Il portiere trova anche un posto fisso tra i convocati in Nazionale e con il Napoli partecipa per la prima volta alla Champions League, dove ben figura con la sua squadra, eliminata in una scellerata notte di Londra, contro il Chelsea che poi diventerà campione d’Europa. Il suo unico successo con il Napoli è la coppa Italia, lo scorso anno, contro l’invincibile Juventus di Antonio Conte, dove alza al cielo di Roma con i suoi compagni la coppa.

Gaetano Raele

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *