Redazione
No Comments

Lo spot della discordia in Germania: le giocatrici si lamentano

In Germania esplode la polemica tra le giocatrici, per lo spot dell'emittente televisiva ZDF, mandato in onda per promuovere gli Europei di calcio femminile

Lo spot della discordia in Germania: le giocatrici si lamentano
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

A volte gli spot televisivi sono banali, a volte ti lasciano basiti per la stranezza e in altri casi ti fanno ridere e spesso sono oggetto di polemiche o conversazioni. In Germania, popolo forse non tanto aperto a quello che lo spot fa “pensare” più che “vedere, non hanno preso benissimo quello che l’emittente televisiva ZDF ha mostrato per promuovere il campionato europeo di calcio femminile che si svolge in Svezia tra il 10 luglio e il 28 luglio 2013.

POLEMICA TRA LE GIOCATRICI – Lo spot contestato mette in evidenza una giocatrice della Germania che c’entra l’oblò di una lavatrice, seleziona il tessuto e avvia il lavaggio. Questo ha fatto arrabbiare le componenti della nazionale tedesca, capeggiata dal loro elemento di maggiore classe, la migliore giocatrice dello scorso mondiale nel 201o, Fatmire Bajramaj. La fuoriclasse a nome di tutta la squadra dice che avrebbero preferito un’immagine di gioco e giudica lo spot inappropriato alla promozione di un evento di tale importanza

LA RISPOSTA IMMEDIATA – Il detto “non disturbare il can che dorme”, spesso si trasmette nella realtà, questa “curiosa” polemica ne è l’emblema. Se le giocatrice tedesche si lamentano, ad intervenire è direttamente il Direttore del canale televisivo Peter Frey, che replica secco: “lo spot deve colpire per non passare inosservato”.

IL CALCIO E GLI SPOT – Calcio e televisione, è sempre stato un binomio inscindibile, specie perchè il calcio è un business ed è lo sport globale,  da sempre vediamo calciatori famosi “attori” inediti davanti le telecamere, molte volte i contesti sono alquanto bizzarri. Parliamo di mondi assolutamente opposti, il calcio giocato è realtà ovviamente, lo spot televisivo molte volte è irrazionale e punta sul “non vedo, ma penso”. Ecco, il confine tra reale e irreale, questo è quanto vuole  far vedere un ciak da cinepresa ed è anche quello che un telespettatore si aspetta di vedere, visto che negli anni è stato pilotato dalla stessa televisione a vederla in questo modo. La risposta del Direttore di ZDF lo dimostra, colpire per non passare inosservato è l’obiettivo  e un campo di gioco con scene di calcio giocato non avrebbero colpito come una giocatrice che fa goal…in una lavatrice. Bizzarro, geniale e sicuramente vista la polemica non passerà inosservato, per la felicità di tutti, l’emittente crea interesse intorno a sè e la polemica diventa un ulteriore spot per il campionato europeo femminile.

Gaetano Raele

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *