Orazio Rotunno
No Comments

Il solito Ibrahimovic, Raiola non perde tempo: Zlatan al City?

Dopo il Real Madrid, ecco un'altra pretendente per lo svedese, forse l'ultima: Mino Raiola è già a Manchester per trattare

Il solito Ibrahimovic, Raiola non perde tempo: Zlatan al City?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Come direbbe Paolo Bonolis “Avanti un altro!”. E mai, come nel caso di Ibrahimovic, tale invito è più adatto: anche quando il nuovo faraonico trasferimento sembra essere l’ultimo, puntualmente 12 mesi dopo si torna a parlare di lui, all’età di 32 anni Zlatan è ancora fra i n.1 al mondo, in tutti i sensi. Potere dell’immagine da bullo, e di un talento che mai ha insinuato in alcuno dei dubbi. La differenza può ancora farla e c’è chi ritiene legittimo investire per lui 10-12 milioni di euro all’anno per le sue prestazioni. Tocca al Manchester City adesso, secondo l’Equipe. E riecco Raiola, dopo Balotelli ai citizens: da quelle parti i “bravi ragazzi” non devono piacere granché.

E’ SEMPRE IBRA, RAIOLA NON PERDE TEMPO: CITY! – Un estate tranquilla no eh, caro Mino. Noiosa senza il tormentone-Zlatan, mal di pancia o “colpo di sole” vista la stagione, è sempre sulla bocca di tutti. E non società qualunque: Chelsea, Juventus, Real Madrid ed ora City. E’l’Equipe a riportare la notizia del procuratore “con la valigia pronta” in volo per l’Inghilterra, direzione Manchester. Perso Tevez e con Dzeko in partenza (dopo l’addio di balo a gennaio), i citizens del nuovo tecnico Pellegrini non rimangono che con Aguero. E chi può seostituire gli altri 3 in un colpo solo?! Ma Ibrahimovic, ovviamente. Servono 18-20 milioni e non meno di 12 per l’ingaggio, magari più bonus visti i 14 ad oggi percepiti da Parigi. Ma è soprattutto l’arrivo di Cavani ad aver alimentato le già frequenti voci di Ibra lontano e stufo del Psg. L’incopatibilità dei due, da un punto di vista caratteriale e tecnico rappresentano argomenti di grande discussione in questi giorni. Due prime donne, due prime punte: atipiche, ma nella stessa maniera. Cavani-Ibrahimovic è una coppia che fa sognare, ma spaventa anche la gestione di due pezzi da 90 come loro: Blanc sarebbe in grado di sostenerli a dovere?

Potrebbe essere un problema superfluo da porsi, perchè le probabilità che il gigante svedese cambi l’ottava maglia della sua carriera in appena 13 anni non sono basse. Anzi, non ci fosse di mezzo un ingaggio tanto esoso, nonostante i quasi 32 anni, è certo che Zlatan sarebbe già migrato altrove.

In ogni caso, meglio stare con gli occhi ed orecchie spalancate: Raiola prende il volo ed atterra a Manchester. nel dubbio, non si sa mai!

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *