Modestino Picariello
No Comments

Ronaldinho regala all’Atlético Mineiro la finale di Libertadores

Il Gaucho, grande protagonista della serata con un assist e il rigore decisivo, ribalta il risultato dell'andata (2-0). Poi l'Atletico Mineiro batte i Newll's Old Boys ai rigori

Ronaldinho regala all’Atlético Mineiro la finale di Libertadores
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

Ronaldinho con la maglia dell'Atletico Mineiro

Ronaldinho con la maglia dell’Atletico Mineiro

Il fantasista di Porto Alegre e compagni, con una partita “arrembante”, per parafrasare la conferenza stampa della vigilia dello stesso Ronaldinho, ribaltano il 2-0 dell’andata, e ai rigori sconfiggono gli argentini del Newell’s Old Boys. Adesso solo la doppia finale con i paraguayani dell’Olimpia si frappone tra il Mineiro e la conquista della prima Libertadores della storia del club.

LA PARTITA – Nella bolgia dello stadio Sampaio i brasiliani dell’Atlético accolgono gli argentini del Newell’s, forti della vittoria 2-0 dell’andata. Pronti via e dopo solo 3’, Ronaldihno dalla trequarti di centrocampo sfodera un bellissimo assist per Bernard che, con un diagonale sinistro, insacca sotto alle gambe del portiere Guzman. Tra primo e secondo tempo gli Alvinegro cercano disperatamente il raddoppio, che garantirebbe almeno il pareggio dei conti, ed ormai a partita quasi finita, dopo un rinvio impreciso della difesa argentina, il neo entrato Guilherme raccoglie e,  con una gran botta di destro da fuori area, trova l’angolino dove il portiere non può arrivare. Non c’è più tempo e, senza supplementari, non previsti nella Libertadores, si va ai calci di rigore. Regna l’imprecisione, con ben 3 rigori sbagliati dagli argentini e 2 dai brasiliani. Alla fine risulteranno decisivi ancora una volta Ronaldinho che, freddo dal dischetto, segna con portiere da una parte e palla dall’altra e il portiere del Mineiro Victor, che para l’ultimo penalty all’ex Liverpool Maxi Rodriguez per il definitivo 3-2.

E IL QUATTRO VIEN DA SE’…ASPETTANDO GUARDIOLA? – Con la vittoria ai calci di rigore, la squadra di Belo Horizonte andrà ad affrontare nella finale del 18 luglio i paraguayani dell’Olimpia. In caso di successo della squadra di Ronaldinho, sarebbe la quarta Libertadores di fila alzata da una formazione brasiliana, dopo l’Internacional nel 2010, il Santos nel 2011 e il Corinthians nel 2012. L’ultima squadra paraguayana ad vincere il trofeo invece fu proprio l’Olimpia nel 2002. L’eventuale trionfo del “Galo”, garantirebbe il pass per il prossimo Mondiale per club che si disputerà in Marocco a dicembre. Non solo, in quell’occasione Ronaldinho potrebbe affrontare il Bayern di Pep Guardiola, in una sfida dal sapore amarcord in salsa blaugrana. Nonostante le parole di stima rilasciate dal brasiliano al quotidiano tedesco Bild nei confronti del neo tecnico dei bavaresi, si può stare certi che il funambolo di Porto Alegre farà di tutto per impressionare Guardiola, facendogli rimpiangere almeno un pochino la cessione al Milan in quella lontana estate del 2008, Olimpia permettendo si intende.

Carlo Andrea Mercuri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *