Davide Luciani
No Comments

Tsunami Calcioscommesse, cosa rischia la Lazio

Il capitano biancoceleste a cui è contestato un doppio illecito, potrebbe prendere 5 anni di squalifica, mentre la Lazio rischia 6 punti di penalità...

Tsunami Calcioscommesse, cosa rischia la Lazio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Stefano Mauri

Stefano Mauri, rischia fino a 5 anni di squalifica

Stefano Mauri rischia di finire anzitempo la sua carriera agonistica. Il capitano della Lazio rischia infatti fino a 5 anni di squalifica per la vicenda sul calcioscommesse. Mauri è stato deferito per illecito sportivo per le partite Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 e Lecce-Lazio del 22 maggio 2011.

I DEFERITI – Oltre a Mauri sono stati deferiti per Lazio-Genoa, Cassano, Gervasoni, Milanetto e Zamperini, mentre per Lecce-Lazio, Benassi, Cassano, Ferrario, Gervasoni, Rosati e Zamperini Per responsabilità oggettive sono stati deferiti anche i tre club coinvolti nelle due gare. A Mauri e Zamperini, inoltre è contestato anche il reato di violazione dell’articolo 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e proibità) e dell’articolo 6 comma 1 (divieto di effettuare scommesse) del Codice di Giustizia Sportiva.

COSA RISCHIANO – Un doppio illecito, dunque, che potrebbe spingere Palazzi, il prossimo 24 luglio a chiedere una punizione esemplare per il capitano biancoceleste. Inoltre, se la procura accertasse l’illecito la Lazio rischierebbe fino a 6 punti di penalizzazione, mentre Genoa e Lecce potrebbero prenderne 3.

LA PAROLA ALLA DIFESA – Secondo il legale del Genoa e di Milanetto , Mattia Grassani “Pensare ad una penalizzazione del Genoa è fantascienza, mentre il deferimento di Milanetto era largamente annunciata. Comunque il mio cliente ha ribadito ancora una volta la sua estraneità ai fatti documentata da una serie di prove che già aveva fornito alla Procura Federale in tempi non sospetti”. L’avvocato Grassani ha poi escluso ipotesi di patteggiamento per i suoi assistiti. Il legale di Mauri, Matteo Melandri, attende invece le motivazioni del deferimento. “Non c’è sorpresa nell’illecito sportivo, ma sorprende trovare un solo giocatore della Lazio e uno del Genoa in una partita che si presume combinata. Comunque se i fatti sono quelli di un anno fa, li abbiamo ampliamente spiegati, ma bisognerà vedere se il quadro accusatorio è stato ampliato o cambiato rispetto a un anno fa”.

APPROFONDIMENTO – Mauri e la Lazio nel solito tritacarne mediatico di S.Mongelli

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *