Orazio Rotunno
1 Comment

Calcioscommesse, Mauri rischia 4 anni di squalifica: per la Lazio -5

Domani i deferimenti su Lazio-Genoa e Lecce-Lazio: la società rischia grosso, il centrocampista potrebbe terminare la sua carriera

Calcioscommesse, Mauri rischia 4 anni di squalifica: per la Lazio -5
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

4 anni di squalifica per doppio illecito sportivo: questa la richiesta che il procuratore Stefano Palazzi starebbe pensando di chiedere a carico di Stefano Mauri, calciatore della Lazio coinvolto nell’inchiesta portata avanti dalla Procura di Cremona sul calcioscommesse. Se le indiscrezioni fossero confermate, per Mauri arriverebbe un’autentica stangata che porrebbe la parola “fine” sulla carriera del centrocampista 32enne: il capitano della Lazio non potrebbe ricorrere all’ articolo 23 della giustizia sportiva, quello del patteggiamento.

Richieste pesanti anche per la Lazio, che per doppia responsabilità oggettiva rischia 5 punti di penalizzazione. Questa sanzione sarebbe appunto il frutto delle due partita aggiustate (-2 per ciascuna gara), cui va aggiunto un punto per la recidività del reato L’appello davanti alla Corte di Giustizia Federale dovrebbe svolgersi tra il 25 e 27 luglio. Ecco i deferimenti sul filone cremonese del Calcioscommesse che riguardano Lazio-Genoa e Lazio-Lecce del campionato 2010/2011. Per quanto riguarda Lazio-Genoa si parla di uno stralcio del filone di Cremona che aveva portato all’arresto di Stefano Mauri, che dovrebbe essere uno dei deferiti insieme a l’ex Genoa, Omar Milanetto.

La Procura di Cremona, aveva fatto prevenire al Procuratore Federale Palazzi, una relazione del Servizio centrale operativo della Polizia, con un traffico di sms tra cellulari differenti, nel quale risultano esserci calciatori, membri del cosiddetto gruppo degli Zingari e perfino il “celebre” capo dell’organizzazione criminale con sede a Singapore.

I DEFERIMENTI – La Procura Federale, esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica di Cremona ed espletata la conseguente attività istruttoria in sede disciplinare, ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale 8 tesserati per illecito sportivo (Mauri, Milanetto, Cassano, Gervasoni, Zamperini, Benassi, Ferrario e Rosati). A Mauri e Zamperini la Procura contesta anche la violazione dell’Art. 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità) e dell’Art. 6, comma 1 (divieto di effettuare scommesse) del Codice di Giustizia Sportiva. A titolo di responsabilità oggettiva sono state deferite le società Lazio, Genoa e Lecce. In relazione alla gara Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 sono stati deferiti Cassano, Gervasoni, Mauri, Milanetto e Zamperini. Deferite Lazio e Genoa per responsabilità oggettiva. In merito alla gara Lecce-Lazio del 22 maggio 2011 sono stati deferiti Benassi, Cassano, Ferrario, Gervasoni, Mauri, Rosati e Zamperini. Deferite Lazio e Lecce a titolo di responsabilità oggettiva.

Luca Guerra

Share Button

One Response to Calcioscommesse, Mauri rischia 4 anni di squalifica: per la Lazio -5

  1. diego 10 luglio 2013 at 21:27

    ..CREDO CHA AMAURI TAGLIERANNO LA TESTA..E ALLA ALZIO GLI DIANO 400 PUNTI DI PENALIZZAZIONE…..AHAHAHAAHAH STATE CALMI…COSA E SUCECSSO L ANNO APSSATO??E LE COSE SO UUALI..PER CUI FATE DUE PIU DUE HHAHAHAH

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *