Redazione
No Comments

Calciomercato Lazio: Lotito dice “I love shopping”

Lotito e Tare ufficializzano il tanto atteso acquisto di Felipe Anderson e ottengono l’ok dello staff medico per Vinicius, pronto per essere tesserato dalla società

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Claudio Lotito, presidente della Lazio

Claudio Lotito, presidente della Lazio

È una Lazio attivissima quella vista sino ad ora nella finestra estiva di calciomercato che, con l’ufficializzazione del fantasista brasiliano e l’imminente tesseramento del terzino del Cruzeiro, porta a quota cinque gli acquisti fatti, andando a rimpolpare in ogni reparto una rosa già competitiva, regalando così a mister Petkovic una squadra pronta a combattere su tutti i fronti.

TELENOVELA ANDERSON, ULTIMA PUNTATA – sembrava una maledizione, un anatema già visto nel mercato di gennaio di due stagioni fa, con il giapponese Honda già sull’aereo, bloccato in extremis in un nulla di fatto l’ultimo giorno di mercato. Felipe Anderson, talento del Santos, sarebbe dovuto approdare a Roma, sponda Lazio, già a gennaio, ma all’ultima giornata utile di trattative, con i documenti già pronti, il fondo inglese, detentore di una parte del cartellino del giocatore, si oppose al trasferimento del giovane in Italia. Lotito e Tare però non si sono arresi, hanno lavorato ai fianchi la dirigenza del Club Peixe e i britannici, e alla fine hanno avuto la meglio, anche se con sei mesi di ritardo: il 9 luglio infatti, Anderson si è ufficialmente legato ai biancocelesti per cinque anni con un contratto da 800 000 euro a stagione. Il talento classe ’93, vestirà la maglia numero 10, numero storico, appartenuto a mostri sacri come Mancini, Crespo etc. La fine di un incubo, che è terminato con un lieto fine, soprattutto grazie alla volontà della dirigenza capitolina e a quella del giocatore di unirsi in matrimonio (calcistico) per le prossime cinque stagioni.

VINICIUS E LE ALTRE TRATTATIVE – possono tirare un altro sospiro di sollievo i tifosi della Lazio, che temevano concretamente di veder sfumare l’acquisto del vice-Radu verdeoro a causa di una microfrattura al piede che ha destato non pochi sospetti nello staff medico biancoceleste al termine delle visite mediche. Una seconda visita è stata richiesta e per fortuna quest’ultima ha scongiurato il peggio, potendo constatare la guarigione completa del giovane terzino. La firma del contratto è attesa a breve.
Due firme  di rinnovo invece, sono appena state apposte: quelle di Keita e Cataldi, i due baby della Primavera di Bollini, che saranno progressivamente sempre più coinvolti nel progetto tattico della prima squadra
dopo la firma dei due quadriennali.
Capitolo attaccanti: la Lazio con gli acquisti fatti fino ad ora ha rinforzato la squadra in tutti i reparti, tuttavia l’attacco biancoceleste potrebbe essere ulteriormente irrobustito, soprattutto per risanare, quando necessario si intende, dalla Klose-dipendenza. Al momento non si registrano novità importanti, con Matri che secondo Eurosport  ha uno stipendio fuori  budget societario per la prima squadra della capitale, immobile praticamente già con la maglia del Torino indosso e gli altri nomi che al momento sembrano solo poco più che pallide suggestioni. Da sottolineare il sibillino commento del patron biancoceleste Lotito che, a domanda precisa sul mercato delle punte, ha risposto: “ il mercato è lungo, vedremo”. Di una cosa però i tifosi biancocelesti possono stare certi: il direttore sportivo Tare è uomo di poche parole e di molti fatti, e sicuramente, da qui alla fine del mercato, saprà sfruttare le molteplici occasioni che il mercato ha da offrire.

Carlo Andrea Mercuri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *