Davide Luciani
No Comments

Calciomercato Milan, Galliani conferma l’interesse per Honda e Ljajic

”Honda spero possa arrivare a gennaio, mentre Ljajic ci interessa, ma occorre vedere se la Fiorentina lo cede e quanto costa”, queste le parole di Galliani

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Keisuke Honda

Keisuke Honda , obiettivo del Milan

Adriano Galliani è stato chiaro ieri sulla campagna acquisti del Milan. A precisa domanda l’Ad rossonero ha ammesso che “Honda spero possa arrivare a gennaio, mentre Ljajic ci interessa, ma occorre vedere se la Fiorentina lo cede e quanto costa”.

HONDA LEGATO A BOATENG –  Keisuke Honda e Miralem Ljajic, dunque, sono sempre nei pensieri del Milan. Il giapponese ha ormai trovato da tempo l’accordo con il club rossonero, ma il Milan fatica a intavolare una trattativa con il Cska Mosca. Il club russo continua a sparare alto, e Galliani sa che il Milan non può permettersi di spendere, prima di aver ceduto Boateng. Proprio il ghanese è l’indiziato numero uno a lasciare il Milan. Da tempo in rotta con Allegri e i tifosi, Boateng penserebbe di lasciare l’Italia anche per via dei numerosi insulti razzisti di cui è stato vittima nell’ultimo anno. IL problema è che, al momento, non ci sono offerte per lui. Le azioni del ghanese sono vicine allo zero sul mercato internazionale, anche per via di un carattere non facile. Se il Milan non riuscirà a piazzarlo, si rassegnerà a prendere Honda a costo zero a gennaio e a tenersi il ghanese in squadra, cercando di rivitalizzarlo nel ruolo di trequartista che ha ricoperto bene nei primi due anni in rossonero. Per Ljajic, invece, il discorso è diverso. Come ha detto lo stesso Galliani, tutto dipende dalla Fiorentina. Se il club viola troverà un accordo con il serbo per il rinnovo del contratto, in scadenza nel 2014, allora Ljajic rimarrà in viola. Diversamente sarà messo sul mercato perché i viola non vogliono ripetere l’esperienza vissuta con Montolivo. Al momento Pradè chiede 10 milioni per l’esterno, ma è chiaro, che più il tempo passa senza che il rinnovo arrivi, più possibilità ci sono che il prezzo scendi. Galliani sa, però, che deve guardarsi dalla concorrenza dell’Atletico Madrid. Gli spagnoli, sistemato il dilemma centravanti con l’ingaggio a bassissimo costo di Villa, possono permettersi di fare un’offerta molto allettante al giocatore e alla Fiorentina, offerta che il Milan non riuscirebbe a pareggiare, neanche se Robinho venisse venduto al massimo prezzo possibile (i famosi 10 milioni).

MATRI NEL MIRINO – Se però Robinho venisse ceduto, Allegri vorrebbe provare a riprendere con sé Matri. Anche qui è tutta una questione di tempistica. La Juve ora chiede 15 milioni per il centravanti, ma con 6 attaccanti in rosa (Matri, Tevez, Llorente, Vucinic, Giovinco e Quagliarella) qualcuno deve forzatamente uscire. Nel caso in cui Marotta non riuscisse a piazzare nessuno dei quattro “vecchi” bianconeri in tempi brevi, allora si potrebbe pensare anche ad una soluzione low cost tanto cara a Galliani: il famoso prestito con obbligo di riscatto che era valso gli acquisti di Ibrahimovic e dello stesso Robinho.

DIFESA E CENTROCAMPO OK- Per quel che riguarda difesa e centrocampo, invece, non dovrebbero esserci novità. Astori rimane un sogno irrealizzabile e il Milan, per bocca di Galliani, ha deciso di puntare su Vergara destinato a sostituire Yepes come Poli prenderà  il posto di Flamini a centrocampo. Tutto questo, ovviamente, a meno che Berlusconi non si prepari ad allentare i cordoni della borsa, decidendo di fare un regalo ai suoi tifosi, come fece a gennaio, prendendo Balotelli.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *