Modestino Picariello
No Comments

Erick Thohir: chi è l’indonesiano che vuole comprare l’Inter

Ha offerto 300 milioni di euro per l'acquisto del club Milanese. Ma il Presidente nerazzuro vuole vederci chiaro. Intanto la società si muove sul mercato e presenta le nuove maglie.

Erick Thohir: chi è l’indonesiano che vuole comprare l’Inter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Erick Thohir

Erick Thohir

Che ami lo sport è un dato di fatto. Fra una serata e l’altra al Lucy in the sky, uno dei club di sua proprietà (fra i più trendy di Jakarta),  Erick Thohir, classe 1970, master in Economia negli USA, gestisce innumerevoli attività sportive che vanno dal calcio, passando per il basket (passione nata durante i suoi studi americani), arrivando alla pallacanestro.

UN UOMO PIENO DI TITULI – Parafrasando qualcuno molto amato dalle parti di Appiano Gentile, di lui non si può certo dire che sia un uomo da zero tituli: magnate dell’editoria e della televisione indonesiana, proprietario di JakTV e del quotidiano Repulika, è l’azionista di maggioranza della squadra di calcio D.C. United (Washington), uno dei dieci club fondatori della MLS; azionista per il 15% della squadra di basket dei Philadelphia76ers, militante nella NBA; presidente della federbasket indonesiana e della federazione pallacanestro di tutto il Sud-Est asiatico, nonché presidente di qualche altro club indonesiano che forse nemmeno lui ricorda di avere. Oltre al calcio italiano – ormai celebri i suoi tweet di incitamento alla Nazionale italiana in Confederations Cup – Thohir del Bel Paese ama anche le Ferrari: grande appassionato, spesso lo si può vedere sfrecciare con la sua rossa fiammante, sostengono a Jakarta i ben informati.

LA SITUAZIONE – “Maggioranza a Thohir? Non credo”, aveva detto Massimo Moratti non più di due giorni or sono. Non deve essere un’estate facile quella del presidente interista, chiamato a prendere la decisione più difficile di tutta la sua gestione: accettare l’offerta indonesiana e cedere interamente le quote del club? O programmare un ingresso graduale di Thohir con quote di minoranza? L’emblema è amletico, perchè Moratti, ne siamo sicuri, ragionerà anche con i sentimenti del tifoso, e su questa base non vuole certo che la sua squadra del cuore finisca nelle mani sbagliate. Vero è che le casse nerazzurre hanno necessità di soldi freschi per coprire le gravi perdite di bilancio. Pertanto c’è da scommetterci: il nome di Thohir sarà sulle prime pagine di tutti i quotidiani sportivi italiani fino al termine del mercato.

L’ALTRO LATO DEL MERCATO – Proseguono anche le trattative per il mercato dei nuovi giocatori: Santos e Galatasaray sono vicinissimi all’accordo per Wellington, dunque in casa nerazzurra la pista più accreditata per il vertice basso del rombo mazzarriano è quella di Radja Nainggolan. Sulla fascia destra continuano le trattative per portare alla corte di Mazzarri uno fra Isla e Basta. Secondo Sky Sport, nelle ultime ore ha ripreso vita la pista che porta invece a Gregory Van Der Wiel, l’esterno attualmente in forza al PSG che non ha trovato molto spazio nella stagione passata, già seguito da Branca anche nella precedente sessione di mercato. In uscita: Schelotto (Parma, Torino e Samp le possibilità) e Silvestre (che non sembra accettare il Parma) non hanno preso parte al ritiro di inizio stagione.

NUOVE MAGLIE – Intanto l’Inter ieri ha presentato la nuova maglia da gara sul proprio sito. Azzurro intenso, quasi tendente al blu, bande larghe senza troppi fronzoli. Unica particolarità, il colletto piatto alla coreana. Voglia d’Oriente? Chissà che non sia un segnale…

Federico Pavani
@FedericoPavani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *