Azio Agnese

Perinetti e Sannino alla corte di Zamparini

Perinetti e Sannino alla corte di Zamparini
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Comincia a delinearsi il futuro della squadra rosanero

Il duo Perinetti-Sannino destinati al Palermo

PALERMO,  15 MAGGIO –  La notizia era nell’aria già da parecchio tempo, adesso si attende soltanto l’ufficialità da entrambe le parti. Oggi è previsto un vertice tra Sannino e il presidente del Siena Mezzaroma che con ogni probabilità lascierà libero, nonostante abbia ancora un anno di contratto, l’allenatore che ha condotto il Siena ad una salvezza tranquilla.

PERINETTI – Il diesse si è già liberato dal Siena forte dell’accordo di massima con il presidente Zamparini ed è atteso a Palermo per mettere tutto nero su bianco. A Perinetti verrà assegnato il compito di vice presidente vicario con ruoli operativi, una sorta di “modello Galliani” per il nuovo corso del Palermo. Per Perinetti è un ritorno in casa rosanero, è stato direttore sportivo per ben 2 volte, lasciando un bel ricordo in terra sicula, la prima nel 1993 conquistando la promozione in serie B e la seconda nel 2000 chiamato da Sensi, suo esitmatore ai tempi della Roma, per risollevare le sorti della squadra rosanero che a quei tempi navigava nelle brutte acque della serie C.

NUOVI SCENARI DI MERCATO – Cerchiamo di analizzare quali prospettive si aprono per il nuovo corso del Palermo. Intanto non si hanno ancora notizie sull’eventuale approdo in società di investitori arabi che potrebbero immettere capitali freschi. Una volta confermata la nuova guida tecnica si cercherà di puntellare la squadra ad immagine e somiglianza di Sannino. L’allenatore campano è un cultore del 4-4-2 e per attuare il suo migliore calcio ha bisogno di ali che corrano e che facciano entrambi le fasi ed in rosa il Palermo non li ha. Non è previsto il trequartista quindi ci sono da valutare le posizioni di Vazquez, Zahavi e Ilicic. In difesa dovrebbero essere confermati Labrin e Milanovic e c’è da attenzionare bene la situazione di Balzaretti che sarà più chiara alla fine dell’Europeo. Silvestre ha già dichiarato più volte che vuole andar via, il difensore argentino ha mercato ed è seguito da vicino dal Milan, alla ricerca del sostituto di Nesta. Da decifrare ancora la situazione di Viviano che l’Inter vorrebbe per sostituire Julio Cesar. A centrocampo gli unici, al momento, confermati dovrebbero essere Donati e Barreto. Arriverà Viola, acquistato già a gennaio dalla Reggina di cui si dice un gran bene, dotato di ottima visione di gioco e di un piede mancino da far invidia a molti. Migliaccio non ha ancora sciolti i dubbi e come dichiarato qualche settimana fa si guarderà attorno prima di prendere una decisione. In attacco c’è da valutare Hernandez autore di un campionato non all’altezza delle aspettative, Budan quasi certamente cambiarà squadra e Mehmeti andrà a farsi le ossa in serie B…

E MICCOLI? – La situazione del capitano rosanero verrà valutata nei prossimi giorni. Dovrebbe esserci un incontro a breve tra la dirigenza e l’entourage del calciatore salentino. Tutto lascia prevedere un estate calda per i tifosi rosanero speranzosi di rivedere nel prossimo campionato il loro idolo ancora con i colori rosanero addosso.

CAPITOLO ESUBERI – Sul taccuino di Perinetti ci sono già molti nomi in uscita. Non sarà facile piazzare alcuni giocatori. Dal Novara faranno ritorno Ujkani, Garcia e Morganella e quasi sicuramente verrano ceduti nuovamente. Da valutare anche i torinesi Darmian, Benussi e Glick. Dal Varese tornerà Kurtic, lo sloveno ha molto mercato ed è richiesto da molte squadra in Serie A tra cui Chievo e Genoa. La situazione sarà più chiara nei prossimi giorni, il primo appuntamento del nuovo corso rosanero è fissato per giovedi, data in cui dovrebbe esserci l’ufficialità dell’ingaggio del duo Perinetti&Sannino.

Azio Agnese

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *