Luca Guerra
No Comments

AIA, conferme e qualche novità negli Organi Tecnici Nazionali

Braschi, Messina e Farina per Can A, B e Pro. Giannoccaro diventa responsabile Cai

AIA, conferme e qualche novità negli Organi Tecnici Nazionali
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tempo di riordino nelle file dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) per la stagione 2013/2014. Le note principali ricavabili dalla conferenza stampa di inizio stagione sportiva per la presentazione dei Responsabili delle composizioni degli Organi Tecnici Nazionali dell’Aia, tenutasi ieri pomeriggio, sono le conferme di Stefano Braschi, Domenico Messina e Stefano Farina come responsabili degli Organi Tecnici di Can A, Can B e Can Pro e la nomina di Danilo Giannoccaro, che dopo essere stato dismesso due giorni fa come arbitro della Can A è da oggi responsabile della Commissione arbitri interregionali (Cai). Carlo Pacifici sarà il nuovo responsabile della Can D, mentre per il Calcio a 5 è stato confermato Massimo Cumbo.

Sono sei invece le novità per quanto riguarda i Responsabili dei Comitati Regionali: “Ci sono stati 6 avvicendamenti su 19 – ha annunciato Nicchi – e il prossimo anno toccherà a tutti gli altri o quasi. E’ nelle sezioni la forza del mondo arbitrale, è qui che vanno individuate persone appassionate e dall’alto spessore tecnico”.

Molta curiosità per la nuova esperienza dell’arbitro salentino: “Questa nuova avventura – ha dichiarato Nicchi – è più gratificante di una deroga. Giannoccaro si rimetterà in gioco, gli chiedo solo di confermare le sue capacità, che ha dimostrato anche quest’anno con un campionato di grande spessore”. Emozionato Giannoccaro, che antepone l’entusiasmo per una nuova esperienza alla nostalgia per il campo: “Arbitrare in Italia dà tantissime soddisfazioni, ma ora mi accingo a ricoprire questo nuovo ruolo cercando di dare un valido supporto ai giovani che andrò a seguire e designare”.

Novità che fanno il paio con quelle riguardanti gli organici arbitrali: oltre alle promozioni degli arbitri Irrati (sezione di Pistoia) e Tommasi (sezione di Bassano del Grappa), sono stati promossi dalla Can B alla Can A 6 assistenti arbitrali (Iori, Longo, Schenone, Stallone, Tasso e Vivenzi), mentre sono stati dismessi Romeo, Giannoccaro, Rosi, Altomare, Viazzi, Giordano, Maggiani, Niccolai e Rubino. Sette i direttori di gara promossi dalla Can Pro alla Can B (Aureliano, Bruno, Chiffi, Ghersini, Maresca, Minelli e Saia), con la dismissione di Castrignanò, Giancola, Palazzino, Velotto Tozzi. In Lega Pro tempo di “tagli”: i direttori di gara sono stati ridotti a 78, una riduzione drastica rispetto ai 108 fischietti di quattro anni fa. Tempo di restyling per il calcio italiano, tempo di restyling anche per l’AIA.

Luca Guerra

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *