Orazio Rotunno
No Comments

Calciomercato Inter, Ranocchia piano B per la Juve: piace Giaccherini

Spazientita dall'affare-Ogbonna, la Juventus non molla un vecchio pallino di Antonio Conte: Ranocchia potrebbe arrivare a Torino con Giaccherini pronto a percorrere la strada inversa

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giaccherini, vero jolly della nazionale di PrandelliL’estenuante trattativa che ancora non sembra vicina ad una conclusione fra Torino e Juventus per Ogbonna, tiene calda la pista che vorrebbe i bianconeri interessati al difensore centrale dell’Inter. Ranocchia è un vecchio pupillo di Antonio Conte, il quale lo ritiene uno dei difensori centrali migliori del nostro Paese. Ai neroazzurri in cambio potrebbe interessare Giaccherini, dopo il no secco per Luca Marrone. Ma la straordinaria Confederations dell’ex Cesena rischia di sballare tutti i parametri.

TUTTI LO VOGLIONO, NESSUNO CI CREDE: REBUS RANOCCHIA – Arrivava nel 2011 come il miglior difensore italiano in prospettiva, il “nuovo Nesta“: tanto lo ricordava per statura, eleganza e forza. Poi un periodo di buio, la rinascita nei primi mesi di quest’anno e di nuovo il baratro che ha inghiottito tutta la squadra neroazzurra, fino all’esclusione dai convocati della Confederations. Ma le qualità di Ranocchia, considerati anche i 25 anni appena, non sono state dimenticate e le potenzialità del ragazzo restano intatte e meritevoli di fiducia: lo sa bene Mazzarri che lo ritiene un tassello importante nella sua difesa a 3, ma lo sa soprattutto Conte che avanzò il suo nome come rinforzo difensivo ancor prima di Ogbonna. Ma le difficoltà nel tesserare il capitano granata stanno facendo spazientire Marotta e Paratici, che ora hanno una carta nuova da giocarsi per convincere l’Inter a cedere il suo possente centrale. Emanuele Giaccherini, il miglior giocatore dell’ultima Confederations Cup targata-Italia: il jolly bianconero piace tantissimo a Mazzarri che potrebbe schierarlo dietro le punte o a presidiare una delle due fasce, senza escluderne un impiego anche come interno di centrocampo. Insomma, il giocatore tuttofare che qualsiasi allenatore vorrebbe, e le difficoltà nell’arrivare a Nainggolan potrebbero sbloccare la trattativa. Ma la quotazione del giocatore è cresciuta sensibilmente dopo il torneo in Brasile, e trovare un accordo sulla valutazione dei due giocatori non è cosa facile. Scambio alla pari o conguaglio leggermente a favore dell’Inter?

L’arrivo di Dragovic a Milano per 8 milioni di euro dal Basilea è stato congelato, proprio in attesa di capire il futuro di Andrea Ranocchia: l’austriaco diverrebbe il perno centrale della difea a 3 di Mazzarri, e Campagnaro scalerebbe a titolare sul centro-destra. Un affare destinato a creare non poche polemiche e reazioni controverse nell’ambiente interista, e forse anche in quello juventino.

Come da copione, insomma: è sempre Juventus-Inter.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *