Connect with us

Football

Italia, stavolta i rigori ci sono amici: 2-2 con l’Uruguay, poi Buffon ne para tre

Pubblicato

|

L'uomo più rappresentativo della nazionale dell'Uruguay: Edinson Cavani

L’uomo più rappresentativo della nazionale dell’Uruguay: Edinson Cavani. Due gol oggi per lui, oltre al rigore messo a segno

Stavolta abbiamo vinto noi. Tre giorni dopo l’epopea con la Spagna, l’Italia è costretta ad un’altra sessione da due ore di gioco più rigori nella finale terzo posto della Confederations Cup contro l’Uruguay. Tra regolamentari e supplementari era finita 2-2Astori e Diamanti per noi, due volte Cavani per loro. Dagli 11 metri l’abbiamo spuntata: merito di un grande Gianluigi Buffon, che mette a tacere le malelingue e ne para addirittura tre. Bene cosi, almeno il bronzo l’abbiamo portato a casa.

ITALIA CHAMPAGNE, ASTORI CI PORTA AVANTI – E’ un’Italia in formazione decisamente rimaneggiata quella che affronta l’Uruguay nella finalina. Dei titolari di giovedi vengono confermati soltanto Buffon, Chiellini, De Rossi, Candreva e Maggio. I sudamericani invece entrano in campo in formazione tipo, con Cavani e Suarez sugli scudi pronti a farci la festa. Ma la festa, almeno nei primi 45 minuti, gliela facciamo noi: tante occasioni azzurre, El Shaarawy va vicino al gol un paio di volte ma ci pensa Astori a portartci in vantaggio, correggendo in rete una punizione di Diamanti stampatasi sulla traversa e ‘rimbalzata’ su Muslera.

CAVANI SHOW, DIAMANTI CI FA SOGNARE – L’Uruguay rientra sul rettangolo verde con grande cattiveria e trova il pari col solito Cavani, poi è Buffon a salvarci dal tracollo con una grande parata di piede. I ritmi si abbassano, loro spingono ma noi ritorniamo avanti grazie ad una punizione capolavoro di Diamanti. Peccato che subito dopo ce ne sia un’altra, dalla parte opposta: missile terra aria di Cavani che fa 2-2, ma Buffon non è esente da colpe. Si va ai supplementari

SUPPLEMENTARI E RIGORI: ITALIA SI – Nei successivi 30 minuti succede poco o nulla. I nostri sono sulle gambe ma gli avversari, un po’ più in forma, non sono da meno. Rimaniamo pure in 10 per l’espulsione di MontolivoMa ai rigori la spuntiamo: segnano Aquilani, El Shaarawy e Giaccherini, sbaglia De Sciglio. Nell’Uruguay in gol Cavani e Suarez, ma un megagalattico Buffon para su Forlan, Gargano e Caceres. Terzo posto e medaglia conquistata. Da domani sotto con la preparazione al mondialela spedizione perlustrativa in Brasile, in fin dei conti, non è andata cosi male.

Vincenzo Galdieri

Twitter: @Vince_Galdieri

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending