Connect with us

Focus

Addio Villareal, retrocesso in Liga Adelante

Pubblicato

|

VILLAREAL, 14 MAGGIO 2012 – Dodici anni dopo l’ultima volta, ieri il Villareal è retrocesso nella Liga Adelante in seguito alla sconfitta interna contro l’Atletico Madrid e alle contemporanee vittorie di Real Saragozza e Rayo Vallecano. Difficile ora che il club spagnolo riuscirà a trattenere le stelle della squadra per disputare la prossima stagione.

LA STORIA DEL CLUB – Dopo anni passati nell’anonimato delle serie inferiori, a partire dalla stagione 2000-2001 il Villareal inizia la sua avventura tra i grandi club della Spagna. Dopo due tranquille salvezze, nel 2003 arriva il primo titolo europeo, la Coppa Intertoto, ottenuta battendo in finale gli olandesi dell’Heerenveen. Risultato che si è ripetuto poi la stagione successiva quando in finale il Villareal ebbe la meglio proprio sull’Atletico Madrid che ieri ha invece condannato “El submarino amarillo” alla retrocessione. Nella stagione 2005-2006 il club è arrivato fino alla semifinale di Champions League dove si è dovuta arrendere all’Arsenal. Il miglior piazzamento nella Liga risale invece al 2008 quando il Villareal concluse il campionato al secondo posto, dietro al Real Madrid e davanti al Barcellona. L’ultima stagione degna di nota per la squadra spagnola risale allo scorso anno quando “il sottomarino giallo” si è classificata al quarto posto in Liga ed è arrivata fino alla semifinale di Europa League dove è stata sconfitta dal Porto futuro campione.

UNA STAGIONE DA DIMENTICARE – E dire che quest’anno la stagione era cominciata in maniera positiva: la vittoria nei preliminari di Champions aveva permesso al Villareal di qualificarsi per la fase a gironi. Poi il disastro. Nella partita persa 3-0 contro il Real Madrid Giuseppe Rossi si procura la rottura del legamento crociato del ginocchio destro. Brutto colpo per il giocatore e per la società che si vede privata di quello che ad oggi resta il miglior marcatore nella storia del club con 82 reti. In Champions League 6 sconfitte in altrettante gare contro Bayern Monaco, Napoli e Manchester City condannano la squadra a un desolante ultimo posto nel girone con 0 punti. In patria però le cose non vanno meglio e il Villareal esce dalla Coppa del Re per opera del Mirandes, squadra di terza divisione. Prima Garrido poi Molina vengono esonerati dalla guida tecnica della squadra a causa dei disastrosi risultati ottenuti. Miguel Angel Lotina è il terzo allenatore chiamato nel giro di pochi mesi ma anche con questo tecnico il Villareal non riesce a scalare posizioni in classifica.

RETROCESSIONE ALL’ULTIMO RESPIRO – Alla vigilia dell’ultima giornata disputata ieri il Villareal occupava il quint’ultimo posto in campionato con 41 punti, davanti a Rayo Vallecano e Real Saragozza fermi a 40. Ma il calcio si sa riserva spesso sorprese e anche questa volta non c’è stato tempo per annoiarsi. A cinque minuti dal termine della stagione il Villareal sarebbe stato salvo in virtù dei risultati che stavano maturando sul campo (0-0 sia per il Villareal che per il Rayo Vallecano). Poi però tutto è cambiato: il gol di Falcao per l’Atletico Madrid all’89’ e la rete un minuto dopo di Tamudo per il Rayo Vallecano hanno condannato “il sottomarino giallo” ad una retrocessione che è lo specchio della stagione travagliata vissuta dalla società. Ci si aspetta ora un mercato infuocato in casa Villareal: sarà difficile infatti che giocatori del calibro di Rossi, Senna, Nilmar e Borja Valero (tanto per citarne alcuni) possano rimanere con il club spagnolo nella prossima stagione.

a cura di Matteo De Angelis

Continue Reading
1 Comment

1 Comment

  1. michy

    14 maggio 2012 at 19:07

    Forza saragozza !!!!!!!!!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending