Connect with us

Football

Juventus, Carlos Tevez si presenta e parla già da leader

Pubblicato

|

Carlos Tevez è un vero leader, dentro e fuori dal campo. L’ha dimostrato oggi, nel corso della conferenza stampa di presentazione da giocatore della Juventus, nella quale ha subito mostrato di che pasta è fatto.

COME SIVORIHa voluto fortemente il numero 10 sulle sue spalle, lo stesso di Alessandro Del Piero, Michel Platini, Roberto Baggio e soprattutto Omar Sivori, il più grande calciatore argentino della storia bianconera, smaliziato e irriverente, proprio come lui: “Ringrazio la Juve, mi assumo la responsabilità di rappresentare il nuovo club e indossare la maglia numero 10. Per me è una sfida, ma non mi fa paura: al Boca Juniors ho già indossato la maglia numero 10 che fu di Maradona”.

GLI OBIETTIVI – Non si è sottratto agli immancabili proclami di rito, ottimi per riempire le prime pagine dei giornali e accendere le fantasie dei tifosi, che attendono un trionfo europeo da diciassette anni: “Ho l’obbligo e il desiderio di vincere lo scudetto con la Juve, e anche la Champions League”.

CARISMA E RISPETTO – L’Apache è un uomo ambizioso e carismatico, affamato di vittorie, qualche volta difficile da gestire, consapevole del ruolo che avrà nello spogliatoio: “Alla Juve posso dare esperienza e qualità. Come possono convivere due caratteri forti come il mio e quello di Conte? Con una sola parola: rispetto. Giocare con un campione come Pirlo è molto facile sul campo. Sarà un onore condividere lo spogliatoio con lui e Buffon”.

L’ADDIO AL CITY – Vincere, vincere, vincere. Questo l’imperativo, ritornello che pende continuamente dalle sue labbra: “La Juve ha provato a prendermi già nel 2011, è stato l’unico club che ha fatto grandi sforzi per me. Non penso al titolo di capocannoniere, penso solo a vincere con la Juve, e poi per me sarà tutto più semplice. Ho parlato con Pellegrini qualche settimana fa, gli ho espresso la mia volontà di andare via e lui mi ha capito. Al primo anno al City lottavo per entrare in Europa, oggi qui l’obiettivo è vincere la Champions”.

SOGNO ITALIANO – L’Italia è da sempre terra di conquista per i grandi campioni argentini, desiderosi di misurarsi, ieri come oggi, con il nostro calcio: ” Sono contento di essere arrivato qui, il calcio italiano è il più difficile e tra i più belli del mondo, sono motivato e pronto alla mia avventura alla Juventus: giocare in Italia è sempre stato il mio sogno.

NON HO TRADITO NESSUNO – Tevez è infine tornato sulle parole di Galliani di qualche giorno fa: “Con lui ho parlato solo un paio di volte, l’anno scorso mi aveva espresso la sua volontà di portarmi al Milan, ma non so perchè ha detto che non l’avrei mai tradito . L’ad rossonero ha commentato il suo passaggio alla Juventus affermando di non aver perso il sorriso, ma qualche smorfia, c’è da starne certi, è sfuggita.

Antonio Casu
twitter:@antoniocasu_

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending