Connect with us

Calcio Estero

Il Tottenham è la squadra più amata dai giornalisti: Spurs pigliatutto. O no?

Pubblicato

|

André Villas-Boas, tecnico del Tottenham

André Villas-Boas, tecnico del Tottenham

Italia. Paese di santi e poeti, creativi e sognatori, buongustai ed amatori. Soprattutto, paese di calciofili. Ogni giorno, l’italiano medio calcio-dipendente legge un tot di articoli, riguardanti la propria squadra o quella degli altri. Il numero di report letti impenna quando arriva l’estate, col calciomercato a farla da padrone. Ecco, proviamo a pensarci un attimo. Quante volte, durante queste prime fasi di mercato, vi è capitato di leggere la parola “Tottenham” in un articolo che riguardasse questo o quel giocatore? Inutile rispondere, perchè forse facciamo prima a contare quelle in cui la parola Tottenham non figura. L’Inter è interessata a qualcuno? Lo vuole pure il Tottenham. Il Real deve vendere qualcuno? Lo vende al Tottenham. Juve e Milan si sfidano per un top player? Si, ma occhio al Tottenham… Insomma, Tottenham in tutte le salse, in ogni dove, vigile su circa sedicimila giocatori sparsi per il mondo. Alla faccia…

TUTTI GLI UOMINI DI VILLAS BOAS – In tutto questo, il tecnico Villas Boas dovrebbe essere abbastanza contento. Proviamo a fare una rapida lista di giocatori accostati al Tottenham nell’ultima settimana: Osvaldo, Paulinho, David Villa, Lisandro Lopez, Guarin, Hernanes, Vucinic, Higuain, Lamela, Eriksen, Fabio Coentrao, Jackson Martinez. Stoppiamo qua l’elenco se no ci vogliono 4 giorni soltanto per scrivere tutti i nomi. Il Tottenham c’è sempre, è come uno di quei condimenti che vanno sempre bene su un determinato alimento. E col nome Tottenham il giornalista, articolista, publisher o blogger ci condisce l’articolo: spesso gli interessamenti sono veri, altre volte verosimili ed altre ancora dubbi. Ma tanto, anche qualora non dovesse essere verificato, è pur sempre credibile: gli Spurs sono talmente attivi in ogni parte del globo che ormai è realistico pensare siano davvero interessati a metà dei calciatori professionisti in attività.

UN TEAM PERFETTO PER IL MERCATO – Una ragione per cui il Tottenham – dall’Italia all’Inghilterra, passando per Spagna ed Europa Centrale fino ad arrivare al Sudamerica – è sempre in prima pagina quando si tratta di calciomercato, esiste. E’ praticamente la squadra perfetta per essere ‘infilata’ in ogni trattativa. Dell’attivismo da oro olimpico si è già detto, ma c’è un’altra circostanza da considerare. Perchè i londinesi sono il classico team perfetto per il calciomercato: club di fascia medio alta a livello internazionale, senza puzza sotto il naso quando si tratta di comprare giocatori che non siano di primissima scelta ma anche ambizioso a tal punto da puntare gente che è nella lista della spesa dei vari Real, Chelsea e Psg. Hanno tanti soldi, giocano nel miglior campionato al mondo, sono blasonati e rappresentano anche una meta succulenta per calciatori famosi che vogliono rilanciarsi (i vari Van der Vaart, Adebayor e Gallas fanno scuola). Insomma, il nome Tottenham è sempre una garanzia: dove lo metti, non può che star bene. Il mercato è il loro habitat naturale. Tanti li vogliono davvero, altri non li vogliono ma va bene lo stesso. Fra un po’ chiederanno pure a Ronaldo – il brasiliano – e Beckham se voglion tornare a giocare, che non si sa mai. Al Tottenham c’è posto per tutti. Ah, sono davanti alla tv ed ho appena sentito pronunciare la parola “Tottenham” in un notiziario di calciomercato. E non sto assolutamente scherzando.

Vincenzo Galdieri 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending