Connect with us

Serie B

Calciomercato Spezia: presentato Giovanni Stroppa

Pubblicato

|

Tacoli+RomaironeGiorno di presentazione in casa Spezia: dopo tanto tribolare, gli aquilotti hanno scelto Giovanni Stroppa come condottiero per la prossima stagione. Alla presentazione erano presenti il Presidente Lamberto Tacoli ed il direttore sportivo Giancarlo Romairone.

Ad aprire l’evento, è stato il numero uno del club ligure. Ecco le sue parole: Sono particolarmente soddisfatto dopo questa prima parte del nostro lavoro, tesa a costruire la squadra di lavoro per la prossima stagione. Con l’arrivo di mister Stroppa, a cui diamo un caloroso benvenuto, si può partire con la seconda fase, quella che vedrà il mister, assieme al DS Romairone, provvedere all’allestimento della nuova squadra che partirà per il prossimo ritiro di San Vito di Cadore. Siamo soddisfatti, sento grande positività, ringrazio il mister perché sin da subito è chiara la sua voglia di fare e lavorare. L’alchimia è stata immediata; mi hanno colpito la semplicità, la volontà e la passione del mister. Siamo convinti di aver scelto la persona giusta. Ora lavorare uniti e compatti, perché credo sia la prerogativa per fare bene; ci saranno momenti felici ci auguriamo, ma anche difficili come è normale nel calcio, ma le prerogative per fare bene ci sono tutte. Il mio più grosso in bocca al lupo al tecnico e passo la parola al Direttore Sportivo che meglio di tutti potrà presentarvi mister Stroppa”.

A seguire è intervenuto il DS Romairone: Presentiamo oggi il nostro mister, una persona giovane e motivata, la persona adatta a trasmettere quello che è il credo di questa Società, le proprie idee e la volontà. A lui il compito di trasmetterle alla squadra. Con il mister avremo modo di parlare di mercato, ma di certo le caratteristiche da cui non potremo prescindere saranno l’aggressività, la forza e la voglia di combattere. Sarà un mese intenso; lavoro, voglia e determinazione saranno le parole chiave”.

In conclusione, ecco le parole del nuovo tecnico Giovanni Stroppa: Non posso far altro che ringraziare Presidente e DS per la possibilità che hanno voluto concedermi. Non avevo altra scelta che accettare; una trattativa veloce ed una stretta di mano in due giorni; abbiamo parlato di calcio, mi hanno prospettato la massima disponibilità per lavorare al meglio ed io non posso che sentirmi orgoglioso di far parte di questo progetto. Spezia è la piazza ideale per ripartire, per ricominciare un certo tipo di percorso; sento la fiducia e ci sono tutti gli elementi per poter dare il meglio. Spezia ha una storia importante, affascinante per tutti gli allenatori; credo che ci sia subito stata empatia con il Presidente e con il Direttore Sportivo. Volevo fortemente lo Spezia nonostante altre offerte e non ho fatto richieste particolari alla Società in merito alla durata del contratto; spero ovviamente di poter rimanere a lungo qui e che sia la Società stessa a chiedermi di prolungare per quanto fatto vedere sul campo. Per me è determinante il lavoro, arrivo qui con grande umiltà e spero che il campo parli per me. A livello di squadra conosco le caratteristiche dei giocatori a disposizione, ma non certo per averli allenati. Direi che parlare di mercato è prematuro, come parlare dei singoli; ci metteremo all’opera con il DS per preparare una bozza su cui costruire il nostro gruppo di lavoro, me di certo ci sono alcuni giocatori su cui puntare e costruire. Oggi faremo un sopralluogo sulle strutture e poi prenderemo visione di quello che sarà la sede del nostro ritiro per poi programmare i lavori, anche se credo che partiremo intorno alla metà di luglio. Con me il mio staff composto da Andrea Guerra sarà l’allenatore in seconda, Andrea Tonelli preparatore atletico e Massimo Marini che sarà il preparatore dei portieri. Per quanto riguarda il sistema di gioco credo che la difesa a quattro sarà il concetto fondamentale, con la possibilità di schierare poi tre attaccanti o magari un 4-2-3-1, ma vedremo come sviluppare i nostri piani. Vengo da un’esperienza di certo positiva a Pescara e non ritengo di aver fatto un passo indietro, anzi, lo Spezia è il luogo ideale per crescere e per me è un salto di qualità importante. Conosco l’ambiente, ci ho giocato e sono venuto al Picco da allenatore; questo pubblico è straordinario, ti da la spinta. Io darò tutto me stesso per far sì che la squadra giochi al meglio, che i tifosi si divertano, ben consapevole che poi determinanti saranno i risultati”.

Sul fronte mercato, due giocatori scuola Milan, ma in forza all’Hellas Verona sono molto vicini a vestire la maglia bianconera dello Spezia: si tratta del difensore Michelangelo Albertazzi e del centrocampista Simone Calvano. Altro arrivo potrebbe essere quello di Emanuele Pesoli, su cui c’è anche il Trapani. Ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, sull’ipotesi Spezia ha detto: “Ho saputo di questa possibilità dal mio agente. C’è un interessamento e mi fa molto piacere. Sono dieci mesi che sono fermo ma non ho mai fatto calare la tensione. La stima degli addetti ai lavori è molto importante. Sono sempre rimasto allenato grazie al lavoro quotidiano con il Verona. Sono pronto per ripartire”.

Massimiliano di Cesare

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending