Connect with us

Serie B

Calciomercato Bari: i Matarrese potrebbero rifiutare

Pubblicato

|

Antonio Matarrese, ex presidente del Bari

Paolo MontemurroPotrebbe avere un epilogo negativo la trattativa che vede il passaggio delle quote societarie tra la Famiglia Matarrese, che nei giorni scorsi aveva dichiarato che avrebbero ceduto senz’altro il club, e la cordata guidata da Paolo Montemurro, imprenditore di Gioia Del Colle. Il motivo principale sarebbe di natura economica: la cordata ha fatto un’offerta di 10 milioni di euro alla Famiglia Matarrese, dilazionata in altrettanti 10 anni. In più ci sarebbe un altro aspetto da non sottovalutare: la situazione debitoria con il fisco. Montemurro e soci hanno chiesto ai proprietari di accollarsi i debiti per dare la possibilità ai nuovi proprietari di investire direttamente con sul club per fare una squadra competitiva. Il tempo stringe, dunque, ed una soluzione si stenta a trovarla: entro sabato dovrebbe esserci una risposta, probabilmente, definitiva. I Matarrese hanno comunque garantito l’iscrizione del club al prossimo campionato di serie B.

Sul fronte mercato, ha parlato Francesco Fedato, la cui comproprietà tra Bari e Catania, è stata appena rinnovata: Il futuro è tutto da scrivere perché potrei andare in una delle due società che possiedono il mio cartellino, ma anche altrove visto che ci sono club interessati a me. Se resto in Puglia mi fa piacere perché mi sono trovato bene, ma il mio sogno è di giocare in Serie A, Giocare a Catania, quindi, ma con determinate garanzie visto che cerco continuità dopo la mia stagione a Bari che mi ha portato nel giro nell’Under21. In Sicilia ci sarebbe il forte rischio di essere una seconda o addirittura una terza scelta visto che in attacco ci sono giocatori fortissimi come Barrientos, Gomez e Bergessio. Parlando con la dirigenza etnea si è stabilito che finché ci saranno gli argentini in squadra è meglio andare a giocare altrove”.

Restando sulla questione comproprietà, il Bari ha riscattato dalla Fiorentina l’altra metà di Marco Romizi: il 23enne centrocampista resterà dunque in forza ai galletti anche la prossima stagione.

Intanto, è arrivata anche la decisione della Commissione Disciplinare Nazionale, che ha inflitto due punti di penalizzazione al Bari e 40 giorni di inibizione a Francesco Vinella, amministratore unico del club.

Massimiliano di Cesare

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending