Connect with us

Football

Nigeria-Uruguay 1-2: Lugano e Forlan per la gioia “celeste”

Pubblicato

|

L’Uruguay batte di misura la Nigeria per 1-2. Nella notte italiana per la squadra di Oscar Tabarez vanno in rete il capitano Diego Lugano e Forlan che insacca un grandissimo gol, a nulla l’altrettanto bel gol del centrocampista del Chelsea, John Obi Mikel.

RIVIVI LA DIRETTA

95′ – Finisce con abbracci e sorrisi una piacevole partita, L’Uruguay batte la Nigeria 2-1

90′ – Saranno 5 i minuti di recupero

89′ – Tentativo senza troppe pretese da parte della compagine africana, partita che si avvia alla fine

82′ – La celeste si copre, dentro Coates fuori Suarez

75′ – Cavani non si sblocca, tentativo di testa alto del Matador

72′ – Occasionissima per le super eagles africane, un goffo tentativo di rilancio da parte di un difensore uruguagio per poco non beffa Muslera

67′ – La Nigeria prova ad impostare, l’Uruguay difende in maniera ordinata e prova a ripartire

59′ – Allo stadio parte la ola, grande entusiasmo allo stadio

50′Rete Uruguay!! Cavani serve l’ex neroazzurro Forlàn che scaraventa in rete un tiro di una potenza mostruosa. Palla sotto l’incrocio dei pali, nulla da fare per l’estremo difensore nigeriano

47′ – La Nigeria parte in quarta, subito pericolosa dalle parte di Muslera

46′ – Tutto pronto, è ricominciata la gara!

Edinson Cavani e Luis Suarez

Suarez e Cavani

45′ – Si chiude il primo tempo dopo tre minuti di recupero. Nigeria-Uruguay 1-1

39′ – GOOL! PAREGGIO DELLA NIGERIA! JOHN OBI MIKEL! Gli africani impattano e trovano la rete che riporta in match nell’incertezza. Si prevede spettacolo adesso!

28′ – Nigeria che aumenta il piglio dell’aggressività, ma i sudamericani tengono bene.

19′ – GOOOL! URUGUAY IN VANTAGGIO! E’ Diego Lugano a portare in vantaggio i suoi: cross dalla sinistra, Cavani prova la giocata funambolica di tacco ma non trova il pallone. Il tiro mancato del fenomeno uruguagio si trasforma in un velo per Lugano, che deposita in rete. 1-0!

16′ – Sostanziale equilibrio in campo, con le due squadre che si studiano. Non c’è un vero dominatore

1′- Tutto pronto, si parte!

 

Vincenzo Galdieri e Filippo Di Cristina 

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending