Connect with us

Focus

Niente Psg: Capello resta in Russia, Ancelotti blocca il Real Madrid

Pubblicato

|

Fabio Capello, ex Ct dell'Inghilterra

E’ arrivato anche il comunicato della federazione russa a spegnere le possibilità di vedere Fabio Capello sulla guida di una delle panchine più ricercate e attraenti del momento, quella del Paris Saint Germain.
Pierfilippo Capello, avvocato, figlio di Fabio che cura gli interessi del papà, si era incontrato ieri con Leonardo e col presidente Al Khelaifi, e nonostante le frasi di circostanza rilasciate all’uscita, aveva discusso e valutato le proposte del duo parigino, cercando un’intesa che però non c’è stata.

IL CONTRATTO.. SENZA PREAVVISO – Un anno solo di contratto infatti, questa era la proposta del Psg, non era gradito a Don Fabio, che però era sì interessato da tempo al progetto: squadra in crescita, palcoscenico europeo di primo livello, grandi giocatori, e proprietà pronta a spendere lo attiravano eccome, tanto che i contatti erano avviati col club già da due settimane. Era talmente affascinato forse, che si era dimenticato di dare in tempo utile il preavviso alla federazione russa, si parla di un mese minimo richiesto, ed è anche questa mancanza che ha obbligato i russi a non cedere alle richieste di Capello, tenendo più che mai valida la clausola rescissoria di tre milioni. I mondiali sono alle porte, e non sarebbe certo semplice trovare in un attimo, un allenatore di livello, dopo un addio così importante.

EFFETTO DOMINO ( MANCATO ) – Mancato preavviso dunque, e formula contrattuale inadeguata: queste le ragioni per cui il matrimonio non si farà, e se la panchina rossoblù rimarrà ancora vacante, Carlo Ancelotti  continuerà ad essere nella situazione di chi è in prigione a Monopoli: vedere gli altri andare mentre si rimane fermi al palo. Anche il Real, il quale credeva di riuscire a mettere sotto contratto Carletto molto prima, è impaziente. I tempi incominciano a stringere per  tutti: tra meno di due settimane il Psg andrà in ritiro, e sarebbe bizzarro vedere Ancelotti ancora in sella alla squadra che ha dichiarato di voler lasciare da tempo.

Chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane insomma: per ora funziona così.

Daniele Cerato

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending