Redazione

Premier, finale thriller: Manchester City campione d’Inghilterra

Premier, finale thriller: Manchester City campione d’Inghilterra
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

I Citizens conquistano il titolo grazie a un gol realizzato al 94'

LONDRA, 13 MAGGIO – In una stagione dove molti campionati europei hanno raccontato storie di rivincite e grandi ritorni, anche l’Inghilterra ha il suo finale a sorpresa. Il Manchester City ce l’ha fatta, tornando a conquistare la Premier League dopo 44 anni: un successo liberatorio e importante quello della squadra di Roberto Mancini, perchè oltre ad aver vinto all’ultima giornata la lotta contro i rivali storici dello United, i Citizens hanno ora la consapevolezza che quello dello sceicco Mansour era ed è un progetto solido e fruttifero. Un progetto che grazie al successo in questa stagione apre al City prospetive di un futuro roseo e ricco di soddisfazioni. Quello che però il risultato finale non lascia trasparire è l’incredibile serie di eventi che hanno caratterizzato l’ultima giornata: un finale da vero thriller, perchè fino a 2 minuti dalla fine degli incontri, il titolo era in mano allo United.

IL THRILLER IN SCENA – Alle 16.00 si giocano in contemporanea tutte le partite dell’ultima giornata di Premier, ma tutti gli occhi sono puntati sugli stadi di Manchester e Sunderland. All’Etihad Stadium, infatti, il City si gioca il titolo con il coltello dalla parte del manico: una vittoria sarebbe sufficiente ai Citizens per mantenere la testa della classifica, indipendentemente dal risultato dello United. La squadra di Mancini parte Bene, rispecchiando l’umore del tecnico che pochi giorni fa ha ricevuto dallo sceicco Mansour la promessa di un ricco prolungamento di contratto: il gol arriva dopo 39′ porta la firma di Zabaleta. Un sospiro di sollievo per i tifosi del City che al 20′ avevano ricevuto la notizia del vantaggio dello United, in gol con Rooney. Ma niente di tutto questo ha minimamente a che vedere con quello che sta per succedere nel secondo tempo.

Pronti, via e subito dopo il ritorno in campo Cissè pareggia i conti. Una doccia fredda per il City che ora inizia davvero a tremare: gli uomini di Mancini avvertono la sensazione di essere sul punto di gettare alle ortiche il lavoro di una intera stagione. L’espulsione di Barton al 55′ è solo una perfida illusione, la calma prima della tempesta. Al 66′ Mackie insacca e ora il City è sotto: la tragedia è compiuta. Lo sconforto aleggia sul campo e sugli spalti, mentre a Sunderland i Red Devils si sentono già campioni. A Manchester i tifosi dello United hanno già pronte le bandiere e gli sfottò. Ma il gran finale di Premier non ha di certo esaurito i suoi colpi di scena: al secondo dei 6 minuti di recupero concessi all’Etihad Stadium, Dzeko pareggia incredibilmente, su assist di David Silva. E che due minuti dopo arrivi l’impensabile vantaggio di Aguero, beh, è cosa da fantascienza. Ma è pura realta, che i vari tifosi ci credano o no. E in attesa delle ovvie polemiche che seguiranno allo spettacolo odierno, il City può tornare a godersi la gloria.

TERZO POSTO – Tutto secondo i piani, invece, nella lotta al terzo posto. Vittoria in rimonta per l’Arsenal che rende inutile il successo per 2-0 del Tottenham sul Fulham: Gunners in Champions, mentre i secondi si accontenteranno dell’Europa League. Si conclude alla grande anche la stagione del Newcastle, che nonostante la sconfitta per 3-1 contro l’Everton, raggiunge i preliminari di Europa League. Fuori dai giochi resta incredibilmente il Chelsea di Di Matteo, che però sabato prossimo si giocherà la Champions 2011-2012.

RETROCESSIONI – Gornata amara invece per il Bolton, che non riesce ad approfittare della caduta del QPR a Manchester. I Wanderers si fanno raggiungere dallo Stoke City sul 2-2 e restano ancorati al terz’ultimo posto: per loro significa retrocessione, assieme alle già rassegnate Blackburn e Wolverhampton.

LA GIORNATA: RISULTATI E MARCATORI

Chelsea – Blackburn 2-1 (31′ Terry, 34′ Meireles | 15′ 2T Yakubu)

Wigan – Wolverhampton 3-2 (12′ Di Santo, 14′ Boyce, 34′ 2T Boyce | 9′ Jarvis, 41′ 2T Fletcher)

Swansea – Liverpool 1-0  (41′ 2T Graham)

Manchester City – Queen’s Park Rangers 3-2 (39′ Zabaleta, 47 2T Dzeko, 49′ 2T Aguero |3′ 2T Cissè, 21′ 2T Mackie) 

Norwich City – Aston Villa 2-0 (9′ Holt, 22′ Jackson)

Tottenham – Fulham 2-0 (2′ Adebayor, 18′ 2T Defoe)

Stoke City – Bolton Wanderers 2-2 (12′ e 32’2T Walters | 39′ M. Davies, 45′ K.Davies) 

West Bromwich – Arsenal 2-3 (11′ Long, 15′ Dorrans | 4′ Benayoun, 30′ Santos, 10′ 2T Koscielny)

Everton – Newcastle 3-1 (16′ Pienaar, 27′ Jelavic, 20′ 2T Heitinga | 28′ 2T aut. Hebbert)

Sunderland – Manchester United 0-1 (20′ Rooney) 

 

Matteo Brutti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *