Connect with us

Basket

Montepaschi Siena-Acea Roma 81-71: tutte le emozioni di Gara 4

Pubblicato

|

Datome in penetrazione contro la Montepaschi Siena

Datome in penetrazione

La Montepaschi Siena conquista Gara4 di finale playoff piegando 81-71 l’Acea Roma e portandosi sul 3-1, con 3 match points per il tricolore. La Mens Sana, in un’altra partita molto tirata, è ancora una volta cinica nel capitalizzare sulle palle perse nel finale di gara dei capitolini e poi a blindare con i tiri liberi un successo di importanza capitale. Mercoledì sera gara5 al PalaTiziano di Roma.

LA CRONACA DELLA PARTITA Siena va subito a segno con Bobby Brown (14), il migliore della prima frazione con 12 punti, e poi allunga sul 19-11 con i canestri di un pimpante Ortner. Roma non crolla e grazie all’impatto dalla panchina di D’Ercole e Czyz, si rifà sotto (20-19). Nel secondo periodo la gara fatica a decollare, si va a fiammate, con i soliti Brown per la Montepaschi e Taylor (14) e Datome per l’Acea. I toscani cercano la fuga ma Roma rientra e all’intervallo la squadra di Banchi guida 39-37.

Nella ripresa Roma si porta in testa subito sul 45-44 dopo un gran canestro di Datome a rimbalzo offensivo. Siena non si scompone e con la zona 3-2 ed un Hackett perfetto, che realizza 9 punti nel quarto, si porta sul 58-54. Nell’ultimo periodo l’Acea sembra avere l’inerzia della gara ma la Montepaschi, con un break di 5-0 si porta avanti sul 73-68 con due canestri in contropiede dopo due palle perse sanguinose dei capitolini. Nell’ultimo minuto, dopo un canestro di Datome per il -3, Jones commette fallo antisportivo su Hackett e l’ex Pesaro chiude i conti con i due liberi del 75-70 a 24 secondi dalla fine. La Montepaschi chiude con quattro giocatori in doppia cifra, con Hackett a 16 e Moss a 15 punti. A Roma non sono bastati i 17 punti di Datome e i 16 di Lawal, per prolungare la serie servirà un apporto più consistente da parte di tutti,  Jones e Goss in primis.

Sugli spalti da registrare l’ennesimo episodio sgradevole. Dopo le monetine sui giocatori di Varese è toccato ora al presidente della Virtus Claudio Toti, che qualche minuto prima dell’intervallo della partita, è stato aggredito in tribuna durante un parapiglia. Il massimo dirigente capitolino è stato costretto a lasciare il posto in cui era seduto e seguire il resto del match dalla panchina

Francesco Garibaldi

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending