Connect with us

Buzz

Il campionato che verrà: in serie A torna il derby Chievo-Hellas

Pubblicato

|

Mario Balotelli Milan pronto per la prossima stagione di Serie ALa stagione 2013-14 di serie A, manco a dirlo, ha una favorita d’obbligo: è la Juventus di Antonio Conte, fresca vincitrice del 29° scudetto della sua storia. I bianconeri preannunciano un mercato estivo spumeggiante, volto alla ricerca del fantomatico top player per compiere il definitivo salto di qualità anche in Europa. L’ossatura della squadra inoltre non sarà rimaneggiata: la società farà il possibile per trattenere i pezzi forti, provando a respingere gli assalti dei grandi club stranieri. A mettere i bastoni tra le ruote a Buffon e compagni ci sarà verosimilmente il Milan. I rossoneri, dopo la telenovela Allegri conclusasi con la conferma del tecnico livornese, potranno contare sulle qualità di Mario Balotelli fin dall’inizio della prossima stagione. Il Bad Boy, dodici gol e tre assist nelle tredici partite disputate in campionato con il Milan, sembra finalmente aver messo la testa apposto. I rossoneri, con almeno un rinforzo mirato per il reparto difensivo, potrebbero davvero provare a interrompere il dominio bianconero in campionato.

Rafa Benitez

INCOGNITA NAPOLI, OUTSIDER FIORENTINA – E il Napoli? L’addio di Mazzarri lascerà un vuoto profondo nel club partenopeo. Rafa Benitez proverà a regalare gioie ai tifosi: il tecnico spagnolo si è detto convinto della qualità della sua squadra, ma il precedente in Italia come allenatore dell’Inter ha lasciato alquanto a desiderare. La rosa dei partenopei non ha nulla da invidiare a quella di Juve e Milan, ma resta da capire se gli azzurri riusciranno a trattenere Cavani. Al momento sembra difficile che il Matador resti a Napoli, ma se così fosse il San Paolo potrà davvero ambire al sogno scudetto. Rivoluzione in vista in casa Inter: i nerazzurri, dopo una stagione disastrosa, sono chiamati al pronto riscatto. Esonerato Stramaccioni, è approdato alla corte di Massimo Moratti proprio il tecnico ex Napoli Walter Mazzarri. La Beneamata, che non dovrà neppure sprecare preziose energie in Europa, è pronta a tornare ai livelli che le competono.

E’ però la Fiorentina la seria candidata al ruolo di outsider nella prossima annata. I ragazzi di Vincenzo Montella hanno dimostrato anche ai più scettici di essere la squadra con il miglior gioco in Italia e la Champions League è sfuggita per questione di millesimi. Con molta probabilità partiranno Jovetic e Pizarro, ma i viola si stanno già muovendo sul mercato: dopo aver ufficializzato Joaquin, sembra a un passo l’approdo in Toscana del bomber tedesco Mario Gomez. Senza considerare che Montella dalla prossima stagione potrà contare su un Giuseppe Rossi tornato finalmente a piena disposizione.  E allora sì che ci sarà da divertirsi. Tutta da decifrare invece la situazione di Lazio, Roma e Udinese. I friulani, dopo aver centrato l’ennesima impresa europea, dovranno fare ancora affidamento sul bomber Di Natale, ma l’età potrebbe davvero cominciare a farsi sentire. Lazio e Roma vengono invece da una stagione piena di incognite: i biancocelesti, settimi in campionato, sono riusciti a vincere la Coppa Italia e hanno così dato un senso alla propria annata; i giallorossi invece, con l’arrivo di Rudi Garcia alla guida del team, proveranno per l’ennesima volta ad avviare un progetto che sta deludendo anche i tifosi più ottimisti. Chissà se in questa occasione andrà meglio.

Hellas VeronaDERBY A VERONA, STORICO SASSUOLO – Dopo undici anni dall’ultima apparizione torna in serie A l’Hellas Verona. Al Bentegodi andrà dunque in scena il derby tra gli scaligeri e il Chievo Verona. Le due squadre si sono affrontate in due sole occasioni nella massima serie: stagione 2001/02, all’andata vinse l’Hellas 3-2, al ritorno furono i clivensi a imporsi per 2-1. Le altre otto sfide invece sono state disputate tutte in cadetteria: tre vittorie per parte e due pareggi, con il bilancio in perfetto equilibrio anche per i gol realizzati (13 reti a testa).

Approda in A anche il Sassuolo: per i neroverdi si tratta della prima storica promozione nella massima serie. Gli emiliani hanno già annunciato che si rafforzeranno nella finestra estiva di mercato. L’obiettivo primario per i ragazzi di Eusebio Di Francesco è la salvezza, ma il Sassuolo proverà a sorprendere tutti ancora una volta per ambire a posizioni più alte di classifica. Torna nella massima serie dopo tre anni di purgatorio il Livorno: gli amaranto, grazie a tre pareggi per 1-1 e una vittoria per 1-0 nei playoff, sono la terza squadra promossa dalla B. Trionfo dedicato, necessariamente, a Piermario Morosini.

Matteo De Angelis

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending