Connect with us

Multimedia & Podcast

Carpi e Latina: storica doppia promozione in Serie B

Pubblicato

|

Ieri pomeriggio si sono aggiunti gli ultimi due tasselli all’organigramma della nuova Serie B 2013/2014: all’Avellino e al sorprendente Trapani si aggiungono altre due inaspettate squadre, il Carpi e il Latina, entrambe per la prima volta nella serie cadetta.

Nel match di ritorno della finale playoff (0-0 l’andata in Toscana) del girone B di Prima Divisione, la squadra di Stefano Sanderra ha battuto 3-1 il Pisa ai supplementari. I tempi regolamentari si erano conclusi sull’1-1 (toscani in vantaggio con Barberis, pari del Latina con Jefferson) dopo lo 0-0 dell’andata. Nell’extra time però Sepe stende Agodirin in area e viene espulso: calcio di rigore tra le proteste dei nerazzurri trasformato con freddezza da Cejas. A questo punto per il Pisa l’impresa è disperata visto che i toscani dovrebbero segnare almeno due gol per approdare in Serie B. Il Latina riesce ad arginare i tentativi ospiti e al primo minuto del secondo supplementare Burrai infligge il colpo del definitivo ko con il 3-1 che apre le storiche porte della Serie B.

Clamoroso l’epilogo nella finale playoff del Girone A. Il favoritissimo Lecce, che aveva visto sfumare la promozione diretta, doveva rimontare l’1-0 incassato all’andata col Carpi. In gol al primo minuto con un bolide di Bogliacino, i salentini non sono riusciti a chiudere il match e sono stati col tempo costretti a gestire con sempre maggiore difficoltà l’1-0 fino al pareggio di Kabine direttamente su punizione a un quarto d’ora dalla fine. Chevanton, col braccio destro immobilizzato e per questo in panchina, a quel punto è entrato nonostante le mille difficoltà per dare una mano ai compagni per l’assalto finale, ma il suo contributo si è rivelato inutile.

A fine partita è esplosa la rabbia e l’ignoranza allo stato puro di 200 ultras salentini che hanno picchiato con calci, pugni e con alcune cinte gli steward che erano davanti alla scaletta. I tifosi hanno mandato letteralmente in frantumi i vetri, le panchine e i cartelloni pubblicitari e poi sono ritornati sugli spalti non riuscendo, fortunatamente, ad entrare negli spogliatoi. I giocatori delle due squadre erano riusciti, qualche attimo prima dell’arrivo dei facinorosi, ad abbandonare il campo e a mettersi al riparo.

Paura anche fuori dal “Via del Mare”, Un fuoristrada della polizia Mitsubishi Pajero è stato incendiato, diverse bombe carta lanciate e due poliziotti contusi: è questo il bilancio definitivo dei disordini avvenuti fuori dallo stadio leccese. Ci sono stati momenti di alta tensione tra teppisti e forze di polizia che hanno lanciato lacrimogeni.

La nuova agguerrita ed interessante Serie B si compone dunque delle seguenti squadre: Avellino, Bari, Brescia, Carpi, Cesena, Cittadella, Crotone, Empoli, Juve Stabia, Lanciano, Latina, Modena, Novara, Padova, Palermo, Pescara, Reggina, Siena, Spezia, Ternana, Trapani, Varese.

Marco Tumminello

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending