Connect with us

Prima Pagina

Calciomercato Monaco, quando il Dio Denaro attrae anche Cristiano Ronaldo

Pubblicato

|

Cristiano Ronaldo guiderà il Portogallo nel match contro gli Stati Uniti
Calciomercato Monaco | Dmitry Rybolev, il nuovo volto della Ligue 1

Calciomercato Monaco | Dmitry Rybolev, il nuovo volto della Ligue 1

E’ notizia di pochi minuti fa dell’offerta folle fatta dal Monaco, neopromosso in Ligue 1, al secondo calciatore più forte al Mondo Cristiano Ronaldo. Il club del Principato che in questi giorni sta contattando proprio tutti, avrebbe messo sul piatto circa 100 milioni di euro al Real Madrid assicurandone 23 netti al calciatore, una follia pura!

IL MERCATO DELLE FIGURINEDmitry Rybolev sta confermando la tradizione che vuole chiunque riccone entri nel mondo del calcio, per i primi due-tre anni spende e spande acquistando giocatori su giocatori. Dopo aver speso già 130 milioni per acquistare Radamel Falcao (60 milioni all’Atletico Madrid), la coppia James Rodriguez-Joao Moutinho (70 milioni complessivi al Porto) e lo svincolato esperto difensore Ricardo Carvalho, ora è il turno di nuove avances verso i giocatori più forti, per costruire l’ennesima squadra di figurine. Dopo l’offerta per Claudio Marchisio (si parla di 25-30 milioni alla Juventus con 7 milioni di stipendio allo juventino), ora è il turno di Cristiano Ronaldo che se accetterebbe il trasferimento nel ricco Principato, avrebbe non soltanto lo stipendio più alto al mondo, ma avrebbe anche il 100% dei propri diritti di immagine ed il suo procuratore, Jorge Mendes, guadagnare 10 milioni di euro d’un colpo. Tutti sarebbero contenti per questa operazione se andasse in porto: il Real Madrid avrebbe i soldi per fare mercato e dare l’assalto ad Edinson Cavani e Gareth Bale, Cristiano Ronaldo guadagnerebbe il doppio dell’ingaggio e si arricchirebbe ancor di più, ed il Monaco farebbe sognare i propri tifosi, con uno squadrone tale che il Paris Saint Germain degli sceicchi sembrerebbe una goccia in un oceano illimitato.

Ma siam sicuri che tutti sarebbero contenti? Il calcio ne uscirebbe ancora una volta distrutto, il Dio Denaro prevarrebbe sulla passione che si fonda per il gioco del calcio, ma si sa, sono stati proprio i soldi a distruggere quello che era l’attaccamento alla maglia. E il Fair Play finanziario, che vale per il Malaga ma non per le squadre francesi? Chiedete a Michel Platinì, di sicuro vi saprà dare una risposta.

Mirko Di Natale

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending