Connect with us

Inter

Calciomercato Inter, un no da 30 denari: Guarin, Mbaye e Duncan restano

Pubblicato

|

Guarin in gol contro il Trapani

Calciomercato Inter: il piano di Walter MazzarriSarà una nuova Inter, e lo si intravede già dalle prime mosse. Non tanto quelle in entrata, già abbondanti con gli arrivi di Campagnaro, Andreolli ed Icardi, quanto soprattutto dalle uscite impreviste e bloccate sul nascere. Stando ad oggi, 12 giugno, Moratti rimanda al mittente 3 importanti proposte: 20 milioni dal Tottenham per Guarin, 5 milioni dal Monaco per Mbaye e 6 milioni dal Sunderland per Duncan. Tanta roba, ma non abbastanza: la capacità di resistere alle tentazioni future designerà la forza del progetto di questa nuova Inter.

GIOVANI, QUESTA VOLTA CI SI CREDE: GUARIN A “CRESTA ALTA” – Il rifiuto a 11 milioni di euro per due giocatori poco più che esordienti in Serie A con la casacca neroazzurra, vedi Mbaye e Duncan, lascerebbe pensare ad una vera inversione di rotta in casa neroazzurra. E fa specie considerare che ciò avvenga con Mazzarri alla guida, poco avvezzo a puntare sugli Under 23. Due sono le cose: o questi due ragazzi sono davvero forti (su Duncan soprattutto propendiamo per questa ipotesi), o dobbiamo aspettarci poche mosse in entrata ed un innesto importante di ex primavera nella rosa principale. 5 milioni dal Monaco per Mbaye: certi che Mister Falcao, james Rodriguez e Joao Moutinho non sappia nemmeno dell’esistenza di questo giovane terzino, pare evidente che la segnalazione sia giunta direttamente da Ranieri, che all’Inter  lo scorso anno fu il primo a notare le qualità del ragazzo. I 6 milioni offerti dal Suderland per Duncan invece nascono dall’arrivo oltre manica di Valentino Angeloni quale nuovo capo osservatore: il mediano cresciuto nell’Inter è reduce da una grande seconda parte di stagione nel Livorno, con tanto di gol decisivo nella finale d’andata dei playoff in casa dell’Empoli. E’un giocatore che potrebbe fare al caso di Mazzarri, dotato fisicamente e con ottime doti quali ruba palloni e piedi non da buttare: Mbaye invece verrà valutato come quinto di sinistra, tenendo conto della sua giovanissima età ed inesperienza nel modulo a 5 di centrocampo.

Discorso a parte merita Guarin: Villas Boas, suo vecchio allenatore ai tempi del Porto vincitore dell’Europa League, lo vuole fortemente: messi sul piatto fino a 20 milioni di euro, al momento non sembrano far vacillare Moratti che anche nelle recenti dichiarazioni ha detto di puntare molto sul colombiano. Mazzarri ha in mente per lui un ruolo alla Hamsik, fondamentale nello scacchiere tattico che metterà in piedi per l’Inter versione 2013/14. Ed anche Guarin, stando a quanto rilasciato sui giornali, ha tutta l’intenzione di rimanere in neroazzurro.

Orazio Rotunno

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending