Connect with us

Prima Pagina

Calciomercato Roma: ti presento Rudy Garcia

Pubblicato

|

Rudi Garcia, allenatore della Roma
Rudy Garcia, Roma

Rudy Garcia, Roma

La dirigenza della Roma ha finalmente deciso chi sarà il nuovo tecnico per la stagione 2013-2014. Si tratta dell’allenatore francese Rudy Garcia, ex Lille Metropole e Le Mans, che ha battuto la concorrenza del connazionale Laurent Blanc (ha ammesso di aver rifiutato il progetto) e del connazionale Roberto Mancini, tentato da altre esperienze più importanti. Ma chi è Rudy Garcia? Sarà adatto ad una piazza importante come quella giallorossa, oppure fallirà miseramente come gli ultimi Luis Enrique e Zdenek Zeman?

UN FRANCESE NELLA CAPITALEIl quarantanovenne futuro allenatore giallorosso (è attesa ad ore l’ufficialità) di Nemours, piccolo paesino della regione della Île-de-France, sarà alla prima esperienza fuori dalla Francia. Si accinge a firmare un accordo biennale con cui si garantirà 1,5 milioni di euro (più eventuali premi) a stagione e giovedì già potrebbe arrivare la presentazione ufficiale davanti alla stampa nel quartier generale di Trigoria. In questo momento Garcia si trova a New York, dove nella Grande Mela incontrerà il  Direttore Sportivo Walter Sabatini e il Presidente James Pallotta, per poi successivamente incontrare e conoscere tutta la dirigenza con cui lavorerà sodo per far ritornare la squadra ai livelli che gli competono.

PROFILO TECNICODopo aver giocato a cavallo degli anni ’80 e ’90 tra Lilla, Caen e Martigues nel ruolo di centrocampista, appesi gli scarpini al chiodo inizia la carriera da allenatore, dapprima in una squadretta semisconosciuta come il Corbeil-Essonnes (dal 1994-1998), per poi giungere al più conosciuto Saint Etienne come vice-allenatore e tattico della squadra. Dopo aver guidato il Saint Etienne l’anno successivo, i primi risultati iniziano ad arrivare con la guida del Digione, con cui consegue la promozione dalla Ligue 2 alla Ligue 1 nel 2003 ed arrivando in semifinale di Coppa di Francia l’anno successivo.Nel 2007-2008 è alla guida tecnica del Le Mans, squadra di medio-bassa classifica, con cui raccoglierà un nono posto ed una nuova semifinale, questa volta in Coppa di Lega. Nel 2008 raccogliendo l’eredità del più quotato Claude Puel al Lille, portando subito la Metropoli francese a guadagnarsi l’accesso all’Europa League. E’ la stagione 2010-2011 in cui Rudi Garcia dimostra di un buon tecnico, riportando lo Scudetto dopo quarantasette lunghi anni, vincendo anche la sesta Coppa di Francia contro il Paris Saint Germain. Nominato tecnico di quella stagione, l’anno successivo riuscì a guadagnare l’accesso ai preliminari di Champions League, mentre in questa stagione non è andato oltre ad un modesto sesto posto.

MODULO DI GIOCO –  Se dovessimo fare un paragone con gli ex allenatori della Roma, il profilo di Rudy Garcia sarebbe sicuramente accostato a quello degli ex Luis Enrique e Zdenek Zeman. Gioca in prevalenza con la difesa a 4, mentre il reparto offensivo varia a seconda dell’avversario che ha di fronte o dei giocatori a disposizione in quel momento, schierando dal più classico 4-3-3 al non meno contenuto 4-2-3-1. Crede molto nel collettivo e nel lavoro dei giovani, se Eden Hazard oggi è il giocatore che è, buona parte del merito va al tecnico francese.

Mirko Di Natale

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending