Connect with us

Lazio

Calciomercato Lazio, il ritorno di Stankovic è più che una suggestione

Pubblicato

|

Dejan Stankovic ai tempi della Lazio

Calciomercato Lazio: obiettivo Emeghara

Dejan Stankovic alla Lazio non è pura utopia, ma probabile realtà. Il centrocampista serbo ha deciso che quella con Stramaccioni in panchina, è stata la sua ultima stagione all’Inter terminata con lo misero score di 3 presenze condite da 0 marcature.

IL RITORNO DEL DRAGO – Fu nella Capitale, con i colori biancocelesti, che la storia di Stankovic ebbe inizio. Giocatore duttile e con una gran capacità nel tiro da fuori, venne notato dall’osservatore Vincenzo Proietti Farinelli che lo portò alla Lazio per 24 miliardi di lire nel 1998, cifra molto alta di allora per un giocatore ventenne che aveva appena finito di disputare i Mondiali in Francia con la Jugoslavia. I soldi vennero però subito ammortizzati dagli alti rendimenti del calciatore, che in 5 anni e mezzo di militanza con la maglia laziale, si attesta come uno dei migliori in Italia nel suo ruolo.

Con i 37 gol realizzati in 204 presenze, Stankovic si guadagna poi il trasferimento dalla squadra con cui aveva vinto lo Scudetto nel 2000 all’Inter nel mercato invernale del 2004, in un controverso caso in cui si vide il serbo firmare dapprima per la Juventus (con i vecchi moduli nell’estate 2003) e poi successivamente annullare con una lettera l’accordo con i bianconeri, decidendo quindi di accasarsi ai nerazzurri. Con l’Inter arricchisce già il suo ricco palmares, aggiungendo al campionato, alle due Supercoppe italiane, ad una Coppa Italia, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Europea, altri 5 Scudetti (di cui uno assegnato a tavolino nella stagione 2005-2006), 4 Supercoppe italiane (record per un calciatore), 4 Coppe Italia, la prestigiosa Champions League vinta nel 2010 e il Mondiale per Club conquistato negli Emirati Arabi Uniti sotto la guida tecnica di Rafa Benitez. A 34 anni (il trentacinquesimo compleanno cadrà a settembre) ha conquistato tutto quello che c’era da vincere, reduce da molti infortuni nell’ultima stagione, egli è quindi pronto a rimettersi in gioco e terminare la sua gloriosa carriera nella prima squadra che ha creduto in lui e lo ha lanciato nel calcio che conta.

LE ALTRE TRATTATIVE – Il Direttore Sportivo Igli Tare è sempre vigile al mercato estero e le occasioni che vi possono capitare. Dopo aver praticamente preso (non ancora ufficialmente) il difensore albanese del Greuther Furth ,Mergim Mavraj, che già parla da biancoceleste “Non vado via dal Greuther Furth perché non sono contento di quello che ho ottenuto. Vado alla Lazio perché si tratta di un trasferimento che consente una maggiore crescita alla mia carriera“, che dovrebbe sostituire secondo le ultime indiscrezioni il partente Andrè Dias richiesto da molti club, sono ancora tanti gli obiettivi di mercato per rinforzare la rosa. Con il Genoa in attesa di risolvere le compropietà del brasiliano Matuzalem e di Giuseppe Sculli, al Patron Lotito (ancora raggiante per la vittoria dello Scudetto primavera) non è un mistero che interessano il difensore svedese Granqvist, il laterale visto anche in nazionale Antonelli, lo slovacco Kucka (su cui punta forte anche il Milan) e l’attaccante dell’Under 21 Immobile. In settimana potrebbe arrivare l’ufficialità dell’argentino Lucas Biglia dall’Anderlecht, mentre per l’attacco negli ultimi giorni si è parlato di Alessandro Matri della Juventus, ma a sorpresa è spuntato il nome di Innocent Emeghara, che in 6 mesi a Siena si è messo in gran luce attirando su di se parecchi club, tra cui anche la Lazio.

Trattative: Mavraj d (Greuther Furth), Granqvist d (Genoa), Antonelli d (Genoa); Kouyate c (Anderlecht), Kucka c (Genoa), Biglia c (Anderlecht), M.Suarez a (Anderlecht), Emeghara a (Siena), Matri a (Juventus), Immobile a (Genoa)

Acquisti: nessuno

Cessioni: Javier Garrido d (Norwich City), Diakite d (svincolato), Foggia c (svincolato)

Mirko Di Natale

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending