Connect with us

Football

Juventus, lo balliamo questo tango?

Pubblicato

|

Higuain e Tevez con la maglia della nazionale argentina
Tango calciomercato: Angelo Ogbonna

Tango calciomercato: Angelo Ogbonna

Il mercato della Juventus è entrato nel vivo. Dopo i tanti nomi circolati in questi giorni, sembra proprio che il club Campione d’Italia abbia deciso di fare sul serio per garantire al tecnico Antonio Conte, una squadra all’altezza delle big europee.

OGBONNA PRIMO RINFORZO – E’ mistero di pochi che il principale problema bianconero sia l’attacco poco prolifico. Bisogna dunque, come per la maggior parte dei club nostrani, dover prima vendere per poi poter accumulare un tesoretto in grado di garantire quel giocatore in grado di migliorare la rosa. Per il capitolo difesa, il Direttore Generale Giuseppe Marotta, assieme al suo fidato collaboratore Fabio Paratici, si è mosso in estremo anticipo bruciando la concorrenza di squadre come Milan e Napoli per assicurarsi le prestazioni del venticinquenne granata Angelo Ogbonna. Se negli scorsi giorni si parlava di un’offerta da dieci milioni più le compropietà dello svizzero Reto Ziegler e del bomber dell’Under 21 Ciro Immobile (un affare complessivo da dodici-tredici milioni), ora invece sembra che per accelerare e chiudere definitivamente l’operazione, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, la Juventus abbia escluso l’elvetico Ziegler dalla trattativa includendo quindi assieme ad Immobile, l’esterno Paolo De Ceglie che piace tanto al tecnico Giampiero Ventura. Ogbonna andrebbe a guadagnare 1,8 milioni l’anno e perfezionerebbe ancor di più la difesa che, in Italia, è la meno bucata da due campionati.

ULTIMO TANGO A… – La situazione Top player in casa bianconera sta assumendo sempre di più i contorni di un vero e proprio tango argentino. La settimana scorsa era stato il nome di Carlos Tevez a far sognare i tifosi bianconeri, l’indiscrezione riportata da SportMediaset aveva indicato nell’apache il primo vero rinforzo della “vecchia signora”, dato dal fatto che la Juventus e il giocatore avevano raggiunto l’accordo e che quindi rimaneva da convincere solo il Manchester City, suo club di appartenenza. La bozza di un eventuale contratto sarebbe stata trovata in 4,7 milioni di euro netti a stagione per tre anni, ma il calciatore è richiestissimo dal Paris Saint Germain e viene inserito come contropartita tecnica per altri giocatori (al Milan è stato offerto per El Shaarawy). Le certezze dei bianconeri si basano sul rapporto di fiducia (duraturo da molti anni) tra Paratici e gli agenti di Tevez (Ferran Soriano e Txiki Begiristain). Mentre nelle ultime ore il Milan sembra aver messo la freccia e sorpassato la Juve per Carlitos, il pranzo di lavoro tra Agnelli e Perez a Madrid ha avvicinato di più Gonzalo Higuain, facendola rimanere comunque una trattativa molto lunga nel concretizzarsi. Gli spagnoli avrebbero cercato di inserire nella trattativa qualche centrocampista (Vidal e Pogba), ottenendo come risposta un no piuttosto deciso da parte dei torinesi, che poi hanno gettato le basi per quello che potrebbe essere una prima bozza di accordo: venticinque milioni di euro (spalmabili in tre anni) puntando sulla forte volontà del giocatore di cambiare aria. Ma il puzzle dell’attacco non è ancora finito, le dichiarazioni di Stevan Jovetic alla rosea hanno gettato ancora più incertezza sul futuro offensivo della Juventus.

Entro il 31 agosto, se non forse prima, il rebus sarà completato e tutti i tasselli saranno posizionati al loro posto. La domanda da un milione di dollari sarebbe chi tra Tevez, Higuain o Jovetic è il vero top player giusto per la Juventus. Non ci è dato sapere chi arriverà, possono arrivare tutti insieme oppure nessuno di tutti e tre; ma il bello del calciomercato è proprio questo, scoprire le carte in tavola solo alla fine perché se no il divertimento non esisterebbe.

Mirko Di Natale

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending