Connect with us

Basket

Serie A Beko: la finale è Montepaschi Siena-Acea Roma

Pubblicato

|

Hackett, 23 per lui in Gara7

Hackett, 23 per lui in Gara7

La Montepaschi Siena è la seconda finalista dopo aver sbancato il campo della Cimberio Varese  per 69-82 in Gara7 di semifinale playoff. I toscani hanno messo la freccia nel secondo quarto ed hanno chiuso in avanti all’intervallo per 42-39. Senza Dunston, indisponibile per tutta la partita, Varese ha provato con Ivanov e Talts a reggere l’urto senese ma i toscani, trascinati da un super Hackett (23 punti e 37 di valutazione) hanno chiuso i conti. I toscani, che ora affronteranno l’Acea Roma nella finalissima scudetto,  hanno avuto contributi importanti anche da David Moss (19) e Brown (14). Varese chiude invece a testa altissima una stagione brillante sin dalle prime giornate e culminata con il primo posto assoluto che mancava da decenni. A nulla sono bastati i 20 punti di uno splendido Mike Green e 12 di Dusan Sakota, espulso nel finale e squalificato dal Giudice Sportivo per tre giornate del prossimo campionato per “aver tenuto un comportamento minaccioso e platealmente offensivo nei confronti del primo arbitro”.

 Queste le parole dei protagonisti:

 Vitucci (coach Cimberio) :” Il mio rammarico è quello di non essere arrivati con sufficienti energie per contrastare una squadra che ha vinto con merito. Dobbiamo essere soddisfatti di essere arrivati con loro a gara 7, purtroppo molto stanchi, com’è stato evidente nella seconda parte della gara di stasera. E’ stato un campionato bello ed equilibrato. Sono orgoglioso di questi ragazzi.

Tomas Ress al tiro

Tomas Ress al tiro

Dobbiamo ripartire da questo pubblico magari un po’ troppo agitato ma commovente oltre ogni limite. A sostenerci è stata una città intera, da chi stasera era al palazzetto a tutti quelli che hanno cercato in tutti i modi di esserci. Volevamo regalare a tutta questa gente una vittoria ma abbiamo trovato sula nostra strada un avversario più forte.

 Banchi (coach Montepaschi) :”Non per convenzione ma per convinzione voglio iniziare con i complimenti alla squadra avversaria, ha meritato di essere qui ed ha combattuto fino all’ultimo. La nostra è stata una prestazione di rara consistenza, nel finale quei piccoli vantaggi che abbiamo sempre mantenuto ci davano la fiducia per spostare la pressione sugli avversari. Poi abbiamo trovato in Hackett un leader in tutto e per tutto”.

Francesco Garibaldi

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending