Connect with us

Basket

Miami Heat-San Antonio Spurs 88-92: protagonisti e analisi di Gara 1

Pubblicato

|

28 punti per Tony Parker contro Sacramento
Tony Parker in penetrazione

Tony Parker in penetrazione

I San Antonio Spurs espugnano per 88-92 l’AAA di Miami in Gara1 infliggendo il primo dispiacere delle Finals agli Heat di LeBron. Decisivo, come sempre, Tony Parker, che ha di fatto spento i sogni di gloria e di rimonta dei padroni di casa con un floater sparato fuori equilibrio a pochi secondi dalla sirena finale.

Gli Spurs partono fortissimo, con Parker che in penetrazione trova ottimi scarichi per Splitter e Green (2-9), gli Heat rispondono subito con i tiri segnati da fuori di Chalmers e Bosh (13) e arriva il contro parziale di 13-4. Duncan fatica a carburare offensivamente e l’attacco Spurs si arena completamente, Miami scappa quindi sul +8 con James, ma Ginobili e Neal chiudono il primo periodo con un 4-0 di parziale (24-23 Miami).

Il secondo periodo si apre con le triple di Allen e Miller in transizione, Ginobili (13) risponde con la stessa moneta, ma appena si alza il ritmo, si accende Lebron che vola in contropiede per il +9. Si sveglia Tim Duncan riducendo il gap, ma subito dopo Wade (17) si prende sulle spalle la sua squadra trovando tre canestri in fila e ridando continuità alla manovra offensiva dei suoi. Sul finale di quarto, torna Parker e le cose cambiano di nuovo per gli Spurs, con l’aiuto di Duncan (20) gli Spurs tornano a -3 (52-49 all’intervallo lungo).

Si riparte su ritmi forsennati ed è Miami a beneficiarne grazie all’ottima vena di Chris Bosh che si carica i suoi sulle spalle e li porta sul +7 dopo 4′ di gioco (58-51), arriva la pronta risposta Spurs con il trio Duncan-Leonard-Ginobili e in un attimo è di nuovo 58-57. Le difese salgono di livello e la partita diventa equilibrata come non mai, Allen dall’angolo non perdona e regala a 20” dalla fine il +5 ai suoi.

James vs Parker

James vs Parker

L’inizio di quarto periodo vede l’attacco di Miami arenarsi completamente complice la grande difesa degli uomini di Popovich, che ne approfittano con Tony Parker (21) che trova il +6 in contropiede (81-87), ma a 1:28 dalla sirena finale prima James e poi Allen capitalizzano dalla lunetta mantenendo vivi gli Heat che tornano in un amen sul 88-90 grazie al solito LeBron (18).

A 31” dalla sirena finale Parker gestisce l’attacco Spurs e dopo non aver costruito nulla, regala il +4 agli Spurs con un canestro completamente fuori equilibrio di tabella con 5” da giocare allo scadere dei 24’’. La rimessa Heat non produce niente, e i San Antonio Spurs si aggiudicano il primo episodio delle Nba Finals in attesa di gara2 di domenica in cui gli Heat sono già con le spalle al muro.

Queste le parole dei protagonisti:

Ginobili:”Sinceramente non abbiamo giocato benissimo – incalza l’argentino – ma contro di loro è sempre molto difficile, sono incredibilmente atletici. Abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna alla fine con la giocata di Tony, ma bisogna dire che lui è stato bravissimo. Aveva di fronte LeBron ed è riuscito a trovare un tiro pazzesco”.

Parker:” Questa sera è andata bene ma non dobbiamo farci illusioni: gli Heat in gara-2 non ci regaleranno nulla e giocheranno alla morte, per cui dobbiamo essere preparati. Il mio ultimo tiro? Una giocata davvero strana, sono riuscito a trovare il tiro proprio allo scadere del cronometro dei 24’ e sinceramente appena il pallone ha lasciato la mia mano ho capito che sarebbe andato dentro.

James:” Troppi errori mentali nell’ultimo periodo. Abbiamo concesso rimbalzi offensivi in situazioni importanti e sprecato diversi possessi con turnover evitabili. Riguardo la giocata di Parker credo sia difficile da descrivere, sono stati i 24’’ più lunghi della mia carriera, Tony ha sbagliato tutto, ha rischiato più volte di perdere il pallone poi alla fine è riuscito a prendere un grandissimo tiro, nonostante la mia difesa”.

Francesco Garibaldi

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending