Connect with us

Focus

Varese: rivoluzione societaria…o no?

Pubblicato

|

Serse CosmiUn vero e proprio terremoto societario quello avvenuto al Varese. Dopo la partenza di Antonio Rosati verso il Genoa, dove ricoprire il ruolo di vicepresidente esecutivo, in casa Varese si possono aprire due possibili scenari: Rosati ha accettato la proposta di Preziosi dopo aver ceduto le proprie quote ai soci di minoranza, Vitiello e Fabozzi, probabilmente per una cifra intorno ai 6 milioni di euro, visto che nei mesi scorsi ne aveva rifiuta un’altra da 4 milioni. Tutto ciò potrebbe portare il possibile ingresso di nuovi dirigenti, con l’amministratore delegato Enzo Montemurro, uomo di fiducia proprio di Rosati, che potrebbe seguirlo al Genoa. Altra ipotesi, invece, prevede che la presidenza passi alla moglie di Rosati, Eleonora, facendo cosi del Varese una società satellite del Genoa, con uomini e ruoli che resterebbero invariati. Rosati sembra avere idee molto chiare, con l’intenzione di progettare la prossima stagione, cosi come si legge dal comunicato sul sito del Varese: “Il presidente Antonio Rosati e i soci della Società sono al lavoro per programmare le nuove strategie di A.S. Varese 1910, con l’obiettivo di mantenere anche in futuro la competitività del club e della squadra, sempre con il massimo rispetto nei confronti dei tifosi e della centenaria passione biancorossa”.

Per quanto riguarda la panchina, l’idea sarebbe quella di affidarla a Serse Cosmi, che può contare sullo “sponsor” Mauro Milanese, Direttore Sportivo dei lombardi. Sull’interesse del Varese il tecnico non si è voluto sbilanciare più di tanto, ma ha comunque rivelato, in un certo senso, la sua disponibilità per la panchina dei lombardi: Al momento non è giusto dire nulla. Queste cose dovreste chiederle alla società interessata e non a me. Quando e se succederà qualcosa di concreto sarò il primo a parlarne. Se fosse per le persone, per i dirigenti del Varese, non ci sarebbero problemi anche perché non mi faccio problemi di categoria. Conosco bene i dirigenti lombardi, mi avevano già contattato due stagioni fa. Ma ho ancora un contratto con il Siena e devo prima risolvere questo nodo. Vedremo cosa succederà…”

Massimiliano di Cesare

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending