Connect with us

Inter

Calciomercato Inter: Cassano per Belfodil, Zuniga vuole Mazzarri

Pubblicato

|

Ishak Belfodil, l'erede di Benzema

Ishak Belfodil, l’erede di Benzema

Il Mazzarri-day si apre con un’idea suggestiva di mercato, che potrebbe trovare il consenso di ambo le parti: Cassano in Emilia da Donadoni, fra i pochissimi capaci di lasciare un buon ricordo nel pibe de Bari ai tempi della Nazionale, e Belfodil in neroazzurro graditissimo a Mazzarri e cercato già a gennaio quale vice-Cavani. Differenza notevole di cartellino, grosse difficoltà per l’ingaggio di Cassano. Per Zuniga resta difficile sbloccare la trattativa, anche se è forte la volontà del giocatore di seguire il proprio ex allenatore.

SCAMBIO FRA PASSATO E FUTURO, OCCHIO AL MONACO – Sebbene non vi sia una trattativa fra le società, l’idea è stata lanciata e si attende che qualcuno abbocchi all’amo. Belfodil piace a mezza serie A e non solo, Cassano ha poco mercato e forse anche poca voglia di muoversi prima della scadenza 2014 rinunciando ad un ingaggio di 3 milioni stagionali. Ma come l’anno scorso il Psg, il Monaco ormai sbuca in tutte le trattative, e questa non fa eccezione. E’ forte l’interesse per entrambi: Cassano gradirebbe, sarebbe una delle poche società pronte a garantirli lo stesso stipendio in neroazzurro e resterebbe vicino alla sua amata Genova e alla famiglia, con la possibilità di veder rinnovate le proprie ambizioni sotto un allenatore che lo stima come Ranieri. Belfodil è invece un lusso che i monegaschi potrebbero decidere di concedersi qualora fallissero altri obiettivi. In Francia lo conoscono bene per esser cresciuto nel Lione, ed è arrivata sino a al principato la sensazione di poter garantirsi un prospetto importante quale il parmense. Valutazione non inferiore ai 12 milioni di euro, ammortizzabile per l’Inter con l’inserimento di Cassano ed una contropartita tecnica ulteriore da stabilire.

ZUNIGA E’UN CASO, LUI VUOLE L’INTER MA ADL NON SI SMUOVE – Che l’addio di Mazzzarri non sia andato giù dalle parti del Vesuvio è risaputo: e come può, De Laurentiis si prenderà tutte le rivincite del caso nonostante l’ottimo rapporto con Massimo Moratti. Zuniga e Behrami sono tra queste, con un veto indissolubile sulla loro partenza verso la Milano neroazzurra. Il colombiano deve tutto a Mazzarri e vorrebbe seguirlo per tentare l’avventura in una grande squadra, ma oltre ad una valutazione non inferiore ai 10 milioni, a bloccare la trattativa vi sono problemi personali fra il livornese ed il Presidente partenopeo che rischiano di ricadere sui programmi interisti. Isla e Basta sono solo delle alternative, mentre Behrami segue nelle gerarchie Paulinho ma soprattutto Nainggolan. Un intervento di Moratti potrebbe richiamare al buon senso De Laurentiis e sbloccare il tutto.

Sempre che vi sia la volontà di investire un budget importante per assecondare le richieste del tecnico che oggi alle 12 verrà presentato in sala stampa.

Orazio Rotunno

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending