Connect with us

Football

L’Italia si diverte con San Marino: 4-0, Poli sugli scudi

Pubblicato

|

Andrea Pirlo con la maglia dell'Italia

Andrea Pirlo con la maglia dell’Italia

 La prova generale per la Confederations Cup è andata bene, con un sonoro 4-0 inflitto al tester San Marino, autore di una prova anche molto interessante. Gli avversari, tutt’altro che vittime sacrificali, hanno contrastato bene la mastodontica ItaliaPrandelli può dirsi soddisfatto. Le note migliori sono arrivate da Poli, Cerci e Gilardino, che viaggiano a vele spiegate verso la convocazione in Confederations. Ma ha fatto buone cose anche Aquilani, il quale ha un unico problema: sembrerebbe in ballottaggio proprio con Poli per un posto nei 23. E vista la forma del doriano, “batterlo” non sarà facile.

SIMONCINI BUFFON STYLE – La prima mezz’ora della gara è stata una gran bella vetrina per il portiere sanmarinese Simoncini, che ha respinto al mittente ogni tentativo azzurro. L’Italia gioca bene ma il vantaggio non arriva, e questo soprattutto grazie alla prova dell’estremo difensore avversario, che comanda una difesa ordinata. Poi Pirlo e soci cominciano a spingere in maniera costante ed il risultato si sblocca.

POLI-GILARDINO, GOL DA BRASILE – L’Italia passa al minuto 28, quando Poli con un bell’inserimento, riesce a battere finalmente Simoncini. Gli fa eco Gilardino, che al 34esimo realizza il raddoppio e si conferma il miglior bomber della Nazionale attuale per quantità di gol. Si va negli spogliatoi sul 2-0: primo tempo ottimo, con la premiata ditta Poli-Gila che si avvicina sensibilmente a Brasile 2013, anticamera di Brasile 2014.

IL SOLITO PIRLO, CHIUDE AQUILANI: L’ITALIA E’ PRONTA – Il 3-0 è opera del solito, immancabile ed insostituibile Pirlo, al quale Prandelli ha dato il compito di fare da guida ai giocatori sotto osservazione: bella punizione, ma non è una novità. Con Balotelli e Cerci che intanto si scatenano, ci pensa Aquilani a chiudere i conti, sfruttando una respinta corta di Simoncini. L’Italia è pronta, adesso sotto con la Repubblica Ceca e poi sarà Confederations: e dopo ieri molto probabilmente Prandelli ha già ben chiara in mente quale sarà la lista dei convocati.

Vincenzo Galdieri 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending