Redazione
No Comments

Serie B, il punto della situazione: Baraldi lascia Padova

Bari, ancora una penalità per il prossimo campionato

Serie B, il punto della situazione: Baraldi lascia Padova
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Serie B: Marcello CarliIl campionato cadetto sta per volgere al termine, manca ormai meno di una settimana al termine dei playoff che deciderà chi, tra Empoli e Livorno, salirà in Serie A. Nel frattempo però, le altre squadre che hanno mantenuto la categoria sono già al lavoro per progettare la prossima stagione: facciamo dunque un breve viaggio tra le società per vedere i loro movimenti.

Iniziamo dal Padova del Presidente Cestaro che, nella prossima stagione non potrà contare più sull’operato di Luca Baraldi :infatti dal prossimo 30 giugno terminerà la sua avventura in bianco scudato e non prevista alcuna riconferma visto che i tifosi patavini non hanno molto apprezzato il lavoro del dirigente. Dal punto di vista tecnico però, il Padova ha permesso a Diego Farias di mettersi in luce questa stagione, tanto che due società della massima serie lo stanno cercando: si tratta di Bologna e Sampdoria, due piazze dove l’attaccante potrebbe fare bene viste le sue qualità. Le pretendenti però devono fare i conti con il Chievo che non ha nessuna intenzione di privarsi del brasiliano.

Scendiamo al sud ed andiamo in casa Bari per dare purtroppo una brutta notizia ai tifosi biancorossi: anche la prossima stagione i galletti partiranno con una penalizzazione, questa volta però solo di due punti: infatti la società Bari, insieme al responsabile Francesco Vinella, sono stati deferiti dalla Procura Federale per mancato pagamento degli stipendi e delle ritenute Irpef ed Inps ai propri tesserati nelle mensilità relative a gennaio e febbraio. Sul fronte societario, invece, è ancora in ballo la trattativa per la cessione del club alla cordata capeggiata da Paolo Montemurro. Tra le parti c’è moderata fiducia, ma ci sono anche alcuni punti importanti da risolvere, come ad esempio il valore del club: tutto ruota attorno al cartellino di Francesco Caputo, giovane attaccante barese che quest’anno ha messo a segno 17 reti. Questo fa innalzare il suo valore, aumentando di fatto il valore del club, ma c’è anche da dire che il giocatore è finito nel filone calcio scommesse e la sua estraneità ai fatti è ancora tutta da provare. In giornata si dovrebbe comunque sapere qualcosa sulla trattativa.

Il buon lavoro fatto alle dipendenze della Virtus Lanciano, ha regalato al tecnico Carmine Gautieri tante pretendenti che lo vorrebbero la prossima stagione. Oltre infatti al Chievo Verona del presidente Campedelli ed al Palermo del vulcanico Zamparini, alla lunga lista si aggiunge anche lo Spezia.

Per quanto riguarda il Siena, retrocesso dalla Serie A, il mercato è in una situazione di stallo, in quanto si aspetta la risoluzione delle vicende societarie per poter poi decidere il da farsi.

E’ polemica invece tra Empoli e la FIGC e la Lega di Serie B: la squadra toscana, che sta disputando i playoff, si è vista privata di suoi due tesserati, Riccardo Saponara e Vasco Regini, per la convocazione all’Europeo Under 21. Queste le dichiarazioni del direttore sportivo dell’Empoli, Marcello Carli, ai microfoni di Toscana Tv: “I ragazzi dopo la partita di ieri sera sono stati portati in macchina a Milano e, questa è una cosa che si commenta da sola. E’una situazione ridicola quella che li vede protagonisti perché se tornassero a nostra disposizione, dovrebbero fare un nuovo viaggio verso Empoli. Stiamo parlando della loro situazione con la Figc e la Lega di serie B. Quando ci sara’ un comunicato ufficiale sul loro possibile inserimento nella lista ufficiale per il prossimo Europeo Under 21, la società fara’ i suoi passi in maniera sincera, schietta e dira’ quello che pensa senza peli sulla lingua. Preferiamo non aggiungere nient’altro su questa vicenda per il rispetto degli altri nostri ragazzi che hanno fatto fin qui qualcosa di straordinario”.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *