Davide Luciani
No Comments

LIVE Champions League: le ultime da casa Borussia

I gialloneri vogliono la coppa per chiudere un ciclo che li ha visti passare in poco tempo dal rischio fallimento alla finale più prestigiosa

LIVE Champions League: le ultime da casa Borussia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Borussia Dortmund formazione finale champions leaguePoco più di 24 ore separano il Borussia Dortmund dalla seconda finale Champions della sua storia, questa volta contro il Bayern Monaco. I gialloneri di Jurgen Klopp vogliono riportare la coppa dalle grandi orecchie a Dortmund 16 anni dopo il trionfo di Moeller e compagni contro la Juventus. Anche allora i favori del pronostico non davano i gialloneri favoriti, eppure, gli uomini di Hitzfield compirono un’impresa proprio a Monaco, casa del Bayern.

DAL POSSIBILE FALLIMENTO ALLA FINALE

Ora, dopo un fallimento scongiurato e con in bacheca due scudetti, una Coppa di Germania e una supercoppa in tre anni, il Borussia Dortmund ha l’occasione per chiudere un percorso iniziato otto anni fa, quando la dirigenza giallonera decise di ricostruire la squadra reinvestendo nel vivaio, e proseguito nel 2008 con l’ingaggio di Jurgen Klopp dal Mainz.

SFIDA EQUILIBRATA

La sfida contro il Bayern sul piano tecnico è più equilibrata di quanto non dicano i 25 punti di distacco con cui i monegaschi hanno vinto il campionato. Negli scontri diretti, infatti i gialloneri hanno pareggiato due volte in campionato e perso in Coppa di Germania per 1-0 in una gara combattuta.

SOLITO BORUSSIA

Klopp ha già avvisato che il Borussia non snaturerà il suo gioco per il Bayern. Ci sarà quindi ancora spazio per il 4-2-3-1. L’indisponibilità di Gotze per la finale, obbliga Klopp a inventarsi qualcosa di diverso per il ruolo di trequartista. Due le possibili soluzioni: la più naturale prevede l’inserimento di Grosskreutz al posto di Gotze. C’è poi un’altra soluzione che comporta lo spostamento di Gundogan più avanti e l’inserimento di Sahin a centrocampo. Più probabile che Klopp opti per la prima opzione perché Gundogan è vitale per gli equilibri a centrocampo dei gialloneri. Il resto della squadra sarà quella tipo con Wendfeller tra i pali e il quartetto Piszczek-Subotic-Hummels-Schmelzer a sua protezione.

COME PROVERA’ A VINCERE

Il Borussia proverà a bloccare la spinta del Bayern sulle fasce con la spinta dei due terzini. Piszczek e Schmelzer infatti, non avranno compiti meramente difensivi, ma saranno chiamati ad alzare il baricentro del Borussia quando il Borussia sarà in possesso palla. Altra caratteristica che il Borussia Dortmund cercherà di sfruttare è la debolezza del Bayern sui palloni alti. In quel settore Lewandowski può fare la differenza, ma il Bayern dovrà stare attento anche alle incursioni su calci da fermo di Hummels e Subiotic. Del resto, nel 1997, furono proprio due colpi di testa di Moeller su altrettanti calci d’angolo a dare la vittoria ai gialloneri sulla Juve.
Il Borussia Dortmund vuole scrivere la storia. Fin qui hanno incantato in Europa, ma Klopp sa bene che la differenza tra una bella storia e una leggenda passa per la vittoria della coppa. Per questo domani il Borussia cercherà di entrare nell’Olimpo dei grandi.

PROBABILE FORMAZIONE (4-2-3-1): Wendfeller; Piszczek, Subotic, Hummels, Schmelzer; Gundogan, Bender; Blaszcykovski, Grosskreutz, Reus; Lewandowski

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *