Giuseppe Alessi
No Comments

L’era Benitez

In attesa delle novità da Milano (Milan e Inter) e da Roma (Roma e, in attesa della finale di Coppa Italia, Lazio), De Laurentiis è il primo a gettare le basi per la nuova annata

L’era Benitez
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Rafa Benitez

Rafa Benitez, vicinissimo al Napoli

Ci siamo. Ormai è fatta. E’ da poco finito l’incontro, che durava da stamattina, tra Bigon e Quilon, l’agente di Benitez: l’esito è positivo, mancano i dettagli da limare e poi l’ufficialità sarà una formalità. L’accordo di massima è stato siglato, restano da definire i dettagli via mail: il ché farebbe presagire che il grosso sia stato fatto.

Benitez, in contatto con il suo agente dagli Stati Uniti, dove il Chelsea è impegnato in una tournée di fine stagione, sarà così il nuovo allenatore del Napoli.

Le novità riguarderebbero, innanzitutto, il modulo: difficile, se non impossibile, immaginare una riproposizione del 3-5-2, si ripartirà dal 4-2-3-1, marchio di fabbrica dell’allenatore madrileno, fresco vincitore dell’Europa League. Una sfida suggestiva, quella accettata dallo spagnolo, che in Italia non aveva lasciato un ricordo indelebile nella Inter del post-triplete.

Viene occupata la prima panchina, dunque, tra quelle lasciate libere. In attesa delle novità da Milano (Milan e Inter) e da Roma (Roma e, in attesa della finale di Coppa Italia, Lazio), De Laurentiis è il primo a gettare le basi per la nuova annata: d’ora in avanti, dunque, ci si potrà concentrare sul mercato per dare inizio a una nuova era. L’era Benitez.

Giuseppe Alessi
Twitter: @galessi90

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *