Redazione
No Comments

Playoff Nba: notte da brividi, Spurs e Heat vincono all’overtime

Nelle prime gare giocate delle Finali di Conference, San Antonio si porta sul 2-0 contro Memphis in attesa di spostarsi in Tennessee, mentre Miami vince con molta difficoltà gara 1 in casa contro Indiana

Playoff Nba: notte da brividi, Spurs e Heat vincono all’overtime
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

GARA 2  SAN ANTONIO SPURS- MEMPHIS GRIZZLIES 93-89 (OT)  (2-0)    gli Spurs si portano avanti 2-0 nella serie mantenendo il fattore campo. San Antonio spinge subito in contropiede, Memphis dal canto suo rimane in partita grazie ai lunghi. Con le triple di Green e Leonard gli “Speroni” allungano sul +11 a fine primo tempo, divario che si dilata nel 3° quarto aumentando fino a +18.

La luce della truppa di Popovich si spegne però nell’ultima e decisiva frazione, con i Grizzlies che, azione dopo azione, riacquistano fiducia riuscendo addirittura ad impattare la parità con 18 secondi sul cronometro con Conley. Il tiro della vittoria di Tim Duncan non va a buon fine e si va all’overtime, dove non c’è storia e il lungo bandiera degli Spurs si fa perdonare con due jumper che portano avanti gli Spurs 2-0.

GARA 1  MIAMI HEAT- INDIANA PACERS 103-102 (OT)  (1-0)    La serie tra i Miami Heat e gli Indiana Pacers comincia subito con i fuochi d’artificio, protagonista assoluto del match l’MVP LeBron James, tripla-doppia (30+10+10) e autore della giocata che ha deciso la partita; il match è una vera battaglia con nessuna delle due squadre che riesce a scappare, rispondendosi colpo su colpo con i Pacers che sfruttano al massimo i loro lunghi nel pitturato avversario e Miami che si affida al suo gioco dinamico.

A 17” dalla fine Ray Allen va in lunetta ma clamorosamente fa 1/2 dando il +3 (92-89) ai suoi e l’ultimo possesso ad Indiana, Paul George non trema e con 7 decimi sul cronometro spara la tripla del pareggio a quota 92, vana l’ultima preghiera di Allen sulla sirena, si va ai supplementari.

Playoff Nba Lebron James festeggia la vittoria

Nell’extra-time la musica non cambia, succede tutto negli ultimi 6”: Norris Cole si fa intercettare un passaggio da George e Dwyane Wade commette fallo su tiro da 3, la stella dei Pacers è glaciale, 3/3 e sorpasso Indiana sul 101-102 con 2 “ da giocare. Dopo il time-Out di Spoelstra la palla finisce a LeBron, l’MVP della stagione si butta dentro e sulla sirena segna il canestro della vittoria che regala con più di qualche sofferenza la prima vittoria nella serie agli Heat, in attesa di gara 2.

Francesco Garibaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *