Antonio Fioretto
No Comments

Calciomercato Milan: scontro frontale Galliani-Berlusconi, Seedorf ibernato

Aria di crisi in casa Milan. Dal "siamo la coppia più bella del mondo" al "c'eravamo tanto amati".

Calciomercato Milan: scontro frontale Galliani-Berlusconi, Seedorf ibernato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Massimiliano Allegri, in bilico tra Roma e Milan

Massimiliano Allegri, tecnico del Milan

L’amore che morì non era amore. Così Berthold Auerbach, poeta e scrittore tedesco di fine ottocento, riassumeva un concetto dannatamente attuale in casa Milan. La società rossonera si ritrova a dover decidere le proprie sorti e il proprio futuro. Tenere Allegri o puntare su un altro allenatore? Il caro Max, in tre stagioni, ha vinto uno Scudetto e ottenuto un secondo e un terzo posto. Un trend tutto sommato positivo che lo ha fatto di diritto entrare nei cuori dei tifosi. In un comunicato ufficiale, infatti, i sostenitori della Curva Sud hanno contestato Berlusconi con una frase chiara e schietta: “Appoggiamo fermamente Allegri“. Un segnale inequivocabile.

MOTIVI RECONDITI Eppure è tempo di malumori dalle parti di Via Turati. La massima di Auerbach non è messa lì a caso. Un’eventualità che a chiunque potrebbe sembrare utopistica, sta pian piano prendendo corpo nell’ ambiente milanista. C’è da capire, però, prima di tutto cosa sta succedendo e perchè. La domanda trova facile risposta. Divisione. Berlusconi e Galliani non sono d’accordo e potrebbe venirsi a creare un distacco irrecuperabile. Barbara Berlusconi ha pochi giorni fa gettato acqua sul fuoco, facendo intendere che i rapporti tra i due leader rossoneri sono sempre invariati, cioè ottimi.

C’ERAVAMO TANTO AMATI La verità è che si sono letteralmente create due correnti di pensiero. Il cavaliere vedrebbe con gli occhi a cuoricini un ritorno in patria di Clarence Seedorf, al quale di conseguenza affiderebbe la panchina, magari con il sapiente affiancamento di Maldini; Galliani, tuttavia, non è affatto d’accordo. Ha chiesto e rigorosamente NON ottenuto un summit decisivo per risolvere la questione allenatore, a quattrocchi col Presidente. L’ad vorrebbe la conferma di Allegri o al massimo l’acquisto di un allenatore dalla maggiore esperienza. Nemmeno l’incontro avvenuto stamane in sede (durato due ore!) ha messo gli animi in pace.

Ecco che davvero l’amore tra Galliani e Berlusconi potrebbe esser giunto all’epilogo. Sia chiaro, non è una certezza assoluta. Ma di sicuro c’è che molti paletti in passato fermi e saldi stanno pian piano venendo meno. L’ idillio tra il Berlusca e lo Zio Fester dura oramai da 25 anni, conditi da trofei, coppe e successi storici. Chi l’avrebbe mai detto che tutto ciò sarebbe potuto finire per un semplice Allegri?

Antonio Fioretto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *