Redazione
No Comments

Calciomercato Torino: addio al veleno di capitan Bianchi

Da definire le posizioni di Cerci, Ogbonna e D'Ambrosio. In entrata si valutano Maxi Lopez e Floccari per l'attacco, Cigarini per il centrocampo e Rubin per il reparto arretrato

Calciomercato Torino: addio al veleno di capitan Bianchi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Rolando Bianchi

Rolando Bianchi ex capitano del Torino

TORINO, PARTE IL MERCATO – Il calciomercato del Torino è iniziato all’insegna dell’incertezza che regna intorno alle principali figure dell’organico granata. Dopo l’addio di Rolando Bianchi sono molti i giocatori con il destino incerto a causa di contratti prossimi alla scadenza oppure per la mancanza della titolarità completa del cartellino da parte del sodalizio piemontese. Sono in modo particolare le situazioni di Angelo Ogbonna, Alessio Cerci e Danilo D’Ambrosio ad essere in bilico e a tenere i tifosi del Torino con il fiato sospeso.

BIANCHI, ADDIO AL VELENO – La prima mossa in uscita del mercato del Torino si è consumata Domenica subito dopo il termine della gara contro il Catania con il saluto al pubblico di Rolando Bianchi, in scadenza di contratto con il club del presidente Cairo e destinato ad accasarsi nelle prossime ore al Genoa. La posizione dell’ormai ex capitano granata è stata al centro di molte discussioni negli ultimi mesi senza che però sia mai cominciata una vera e propria trattativa per il rinnovo del contratto impedendo quindi all’attaccante di proseguire la sua lunga esperienza nella società piemontese. Nelle dichiarazioni rilasciate subito dopo il suo addio Bianchi ha espresso chiaramente come la sua mancata conferma sia stata avallata dal tecnico Ventura che ritiene il giocatore di origini bergamasche poco adatto al suo tipo di gioco basato sul movimento e sull’interscambiabilità dei ruoli tra i vari interpreti in campo. La punta ha anche avuto parole di fuoco sugli ultimi due anni trascorsi alle dipendenze del tecnico genovese il quale, a suo dire, lo avrebbe poco alla volta escluso dal suo progetto tecnico tanto da consentirgli di capire molto in anticipo la necessità di terminare con questa stagione la sua avventura in maglia granata.

LE ALTRE TRATTATIVE – Come detto sono parecchi i giocatori la cui permanenza nel Torino non appare sicura. Sembra infatti sul piede di partenza Angelo Ogbonna, difensore entrato nel giro della nazionale di Cesare Prandelli e che da ormai diversi anni ha attirato le attenzioni di numerosi club di primo livello. Sul giocatore di colore si sono da tempo portate Milan e Juventus oltre ad alcune società inglesi ma negli ultimi tempi è il Napoli ad aver fatto i passi più concreti verso il suo ingaggio. Potrebbe partire anche Danilo D’Ambrosio che ha il contratto in scadenza nel Giugno del 2014 e che non ha ancora raggiunto un accordo sul prolungamento che al momento attuale risulta abbastanza improbabile. Così come Alessio Cerci che è in comproprietà libera con la Fiorentina e le cui prestazioni hanno attirato le attenzioni delle milanesi e del Napoli, intenzionate a dare l’assalto a uno degli esterni d’attacco più forti del campionato.

In entrata si proverà a rinforzare in modo particolare il reparto avanzato con i nomi di Maxi Lopez e Sergio Floccari che sembrerebbero tra i favoriti per raccogliere l’eredità di Rolando Bianchi. Si cerca inoltre un regista con il sogno rappresentato da Luca Cigarini destinato forse a rimanere tale dal momento che il centrocampista sarà riscattato dall’Atalanta ed eventualmente ceduto ad una delle big che lo hanno richiesto. Anche in difesa ci saranno dei movimenti con Matteo Rubin in probabile rientro dal Siena e con un difensore centrale di provata affidabilità da acquistare per sostituire il partente Ogbonna. Tanti movimenti dunque per creare un organico che, nelle intenzioni dei vertici granata, dovrà consentire al Torino di stabilizzarsi nella massima serie evitando i patemi vissuti nell’ultima stagione con la salvezza raggiunta ad una sola gara dalla conclusione del campionato.

Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *