Vincenzo Arnone
No Comments

Speciale | Calciomercato Juventus: i nomi per la nuova Vecchia Signora

Re Antonio ha voluto garanzie per non cercare nuove principesse inglesi per nuove nozze e quelle garanzie le ha avute dalla Famiglia della Juventus, nella persona di Andrea Agnelli

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Calciomercato Juventus Stagione 2013-2014 PosterNonostante non sia ancora tempo per ufficializzare nuovi acquisti, il calciomercato si è già aperto. Molte squadre, Napoli, romane e milanesi su tutte, faranno di tutto per strappare corona e scettro a quella Vecchia Signora diventata regina ma la “corte” juventina non ha intenzione di arrendersi senza lottare, anzi. Re Antonio ha voluto garanzie per non cercare nuove principesse inglesi per nuove nozze e quelle garanzie le ha avute dalla Famiglia della Juventus, nella persona di Andrea Agnelli. Per essere competitivi in Champions e non svenarsi, serviranno due anni, ma la base da cui parte la squadra bianconera, rimane comunque ottima.

Il primo rinforzo riguarderà la difesa: Daniele Bonera è a un passo dal bianconero. Marotta per lui ha preparato un triennale e un biglietto da Milano a Torino solo andata, proprio come quello usato da Andrea Pirlo due anni or sono. Ma non sarà l’unico arrivo per il pacchetto arretrato. Malgrado una stagione non esaltante, infatti, Conte stima molto l’argentino Ezequiel Munoz del Palermo e la discesa in B dei rosanero favorirà non poco la trattativa. Viene seguito con interesse anche Bellusci del Catania, giovane, italiano e quasi pronto per il grande salto. In uscita tra i difensori, anche se esclusivamente difensori non sono, ci sono Lichtsteiner, De Ceglie e Marrone. Lichtsteiner potrà essere usato come jolly, cioè sia come contropartita che come assegno circolare per raggiungere altri obiettivi, qualora fosse necessario del cash, De Ceglie non ha convinto del tutto a sinistra e potrebbe essere ceduto in Italia, in comproprietà o come contropartita, per Marrone invece si apre la strada del prestito secco in un club minore, per accumulare minuti e esperienza ed essere pronto al rientro alla casa madre dopo un anno formativo.

Il centrocampo, punto di forza dei campioni d’Italia non subirà grandi modifiche. Vidal, Pogba, Marchisio e Pirlo sono inamovibili. Conte confida molto nel recupero di Asamoah, che a inizio stagione ha fatto sfracelli, mentre è in dubbio la posizione di Isla, anche se al cileno dovrebbe essere concessa una seconda possibilità, visto il grave infortunio da cui è comunque reduce. In mezzo al campo quindi tutto dipenderà dalle eventuali cessioni di Padoin e Giaccherini. Il tecnico stima molto entrambi ma non sono incedibili e potrebbero essere utilizzati per qualche scambio con altre squadre di A. La pista Poli sembra essersi raffreddata definitivamente e il giocatore è a un passo dal Milan. Servirebbe un vice-Pirlo o un giocatore comunque in grado di dare alla squadra qualità e quantità. In corso Galileo Ferraris questo identikit potrebbe avere un nome, quello di Giacomo Bonaventura dell’Atalanta, stimatissimo dal tecnico e per il quale non serve un grande esborso, visti anche gli ottimi rapporti tra le società.

Il rebus juventino è l’attacco. I gol dal reparto avanzato bianconero sono stati pochi, complice anche il ferreo turnover imposto da Conte, forse. L’unico ad avere il posto assicurato è Giovinco, più per ragioni economiche che tecniche. Matri e Quagliarella sono sul mercato e Vucinic potrebbe partire a fronte di un’offerta importante, cioè tra i 15 e i 20 milioni di euro. Llorente è già arrivato ma in casa bianconera servono almeno due punte, sempre che Vucinic rimanga a Torino. Con la partenza del montenegrino, gli innesti saranno tre. La pista più calda è quella che porta a Higuain. La prima offerta è di 22 milioni, rispedita al mittente dalla dirigenza del Real. Si attende l’ufficialità di Ancelotti sulla panchina dei madridisti per la prossima mossa: 10 milioni più il cartellino di Lichtsteiner, pallino del tecnico di Reggiolo. Sembra destinata a sfumare la pista Tevez, più interessato alla pioggia di euro che potrebbe garantirgli una trasferimento in Ligue 1, sponda PSG o Monaco. Se la trattativa Higuain andrà a termine, gli altri obiettivi dichiarati sono Stevan Jovetic e Alexis Sanchez. Entrambe le trattative sono complicate, per i rapporti con la Fiorentina da una parte e per la mancanza di contropartite tecniche per il Barcellona dall’altra. Il passaggio, ormai scontato, al 4-3-3 porterà la Juventus a cercare degli attaccanti esterni. I nomi sul taccuino sono quelli di Barrientos del Catania e di Cerci del Torino, che potrebbero arrivare anche cedendo delle contropartite tecniche ai rossazzurri e ai granata. Ma Conte spera che il suo migliore acquisto sia Simone Pepe, che per la prossima stagione dovrebbe essere completamente recuperato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *