Leonardo Andreini
No Comments

Una notte di ordinaria follia alla stazione Campo di Marte

La ricostruzione dettagliata degli scontri tra alcuni tifosi della Fiorentina e giocatori del Milan alla stazione di Campo di Marte

Una notte di ordinaria follia alla stazione Campo di Marte
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

galliani-firenze

Sono le 1.30 circa della notte. Dopo la trasferta vinta in terra toscana per il Milan c’è un ultimo ostacolo da risolvere: il passaggio da Firenze per prendere il treno “Frecciarossa” che riporta direttamente a Milano la compagine rossonera. In contemporanea, attorno allo stadio Artemio Franchi di Firenze. si ritrovano un centinaio di tifosi gigliati che festeggiano la qualificazione alla prossima Europa League da parte della loro squadra.

La rabbia fra i tifosi viola è molta dopo le polemiche sulle decisioni arbitrali durante Siena-Milan, ma la notizia che il Milan sarebbe passato a pochi metri da loro (la stazione dove la squadra di Allegri doveva prendere il treno è quella di Campo di Marte e dista appena 300 mt dallo stadio della viola ndr) un  gruppo di tifosi, una ventina, si organizzano per andare a “salutare” il pullman rossonero.

Una volta giunti a tu per tu con il pullman partono i primi sfottò e qualche coro contro Balotelli, reo di aver simulato nettamente secondo la loro opinione il rigore che ha spianato la strada del successo milanista. SuperMario reagisce contro i tifosi viola trovando sostegno nel compagno di squadra Robinho; attimi di tensione con rissa sfiorata grazie al tempestivo l’intervento delle forze dell’ordine che sedano tutto all’istante. Nel caos totale il preparatore dei portieri rossonero Landucci, ex viola, aggredisce fisicamente un tifoso viola questa la testimonianza del tifoso: http://video.repubblica.it/edizione/firenze/tifoso-viola-io-aggredito-da-landucci-e-da-altri-milanisti/128939?video. Landucci avrebbe scatenato un parapiglia fra giocatori del Milan e un solo tifoso viola, che le prende a destra e manca terminando la sua serata all’ospedale di Careggi, dove gli viene diagnosticato un trauma contusivo.

Firenze è semplicemente sul punto di guerra dopo una serie di episodi, tanti-troppi, che l’hanno vista sempre penalizzata. Adesso c’è da riflettere se questo famigerato fair-play che la dirigenza viola mette in atto da anni sia giusto, oppure per vincere bisogna solo aver dei Santi in paradiso.

L.A.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *