Redazione
No Comments

Serie B: Sassuolo ed Hellas Verona in Serie A. Lanciano salvo all’ultima giornata

Livorno, Empoli, Novara e Brescia si giocano i playoff

Serie B: Sassuolo ed Hellas Verona in Serie A. Lanciano salvo all’ultima giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Daniele Cacia_2La Serie B ha espresso i suoi verdetti: Sassuolo ed Hellas Verona direttamente in Serie A, Livorno, Empoli, Novara e Brescia faranno i playoff. Salutano invece la cadetteria Grosseto, Pro Vercelli, Ascoli e Vicenza. Questa, in sintesi, è stata l’ultima giornata di Serie B. Andiamo invece nel dettaglio delle singole partite.

Tra Sassuolo e Livorno è stata tutt’altro che una partita tranquilla: la vittoria di una delle due compagini avrebbe potuto spedirla nella massima serie. Alla fine l’ha spuntata, forse giustamente, il Sassuolo dopo aver dominato il campionato e soprattutto dopo aver fallito due playoff consecutivi contro Torino e Sampdoria. La gara è stata molto tirata, tanto da registrare tre espulsioni: Antei del Sassuolo per doppia ammonizione, Fiorillo e Berardi per reciproche scorrettezze. Il gol decisivo lo sigla Missiroli all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero: poi è scoppiata la festa. Pareggio annunciato tra Hellas Verona ed Empoli: le due squadre “non si fanno male” cosicchè gli scaligeri vanno direttamente in Serie A, mentre i toscani accedono ai playoff.

Finisce in parità anche la gara tra Novara e Virtus Lanciano: ai frentani serviva un punto per salvarsi e l’hanno ottenuto passando addirittura in vantaggio con Falcinelli, ma raggiunti poi nella ripresa dal gol della bandiera del Novara, Rubino. Match decisivo in chiave playoff quello tra Brescia e Varese: la vincente avrebbe potuto alimentare sogni di gloria. Ce la fanno le rondinelle grazie alla reti di Zambelli e Caracciolo.

Un altro pareggio arriva dalla sfida tra Spezia e Modena: canarini in vantaggio con Ardemagni, raggiunti poi nella ripresa dagli aquilotti grazie alla rete del bomber Sansovini. Chiude invece il suo campionato con una sconfitta il Padova di Fulvio Pea: in quel di Terni i patavini cadono sotto i colpi di Vitale su rigore e Bencivenga, in mezzo il momentaneo pareggi di Cutolo anch’egli su rigore. Gloria per il Grosseto all’ultima giornata contro il Bari: i maremmani vanno in vantaggio con Lupoli ma si fanno raggiungere e superare dalla reti di Ceppitelli, Caputo e Fedato. Il Grosseto non ci sta ed ha voglia di congedarsi in un certo modo dal suo pubblico e dalla Serie B, e cosi inizia la rimonta con le reti di Coulibaly, Piovaccari e la decisiva rete di Edoardo Fanciulli, giovane 17enne figlio e nipote d’arte: una favola per lui.

Scoppiettante 3-3 tra Crotone e Juve Stabia nel Sunday Lunch di quest’ultima giornata: passano in vantaggio i calabresi con Torromino, pareggiano e passano in vantaggio le vespe con Impronta, Doninelli e Suciu. I padroni di casa acciuffano il risultato solo nei minuti finali con la doppietta di Falconieri. Gli stabiesi concludono la partita in 9 per l’espulsione di Kamana ed Improta. Altri due pareggi si sono registrati: quello tra Cesena e Pro Vercelli, con le reti di Tonucci per i padroni di casa e Ragatzu per i piemontesi, e quello a reti bianche tra Vicenza e Reggina. Vittoria invece del Cittadella sull’Ascoli nei minuti di recupero con la rete di Baselli, che spinge definitivamente in Lega Pro i ducali.

La classifica finale di Serie B, è dunque la seguente: Sassuolo 85; Hellas Verona 82; Livorno 80; Empoli 73; Novara 64; Brescia 62; Varese 60; Modena 55; Ternana, Crotone, Bari, Padova 53; Spezia 51; Cittadella, Cesena, Juve Stabia 50; Reggina 49; Virtus Lanciano 48; Vicenza 42;Ascoli 41; Pro Vercelli 33; Grosseto 28.

Il titolo di Bomber della Serie B va invece a Daniele Cacia, che ha raggiunto questo risultato soprattutto con i gol delle ultime giornate, gli stessi che hanno permesso alla sua squadra di raggiungere l’obiettivo massimo: Cacia (Hellas Verona) 24; Ardemagni (Modena) 23; Tavano (Empoli) 21; Paulinho (Livorno), Sansovini (Spezia)  20; Zaza (Ascoli) 18; Caputo (Bari), Ebagua (Varese), Maccarone (Empoli), 17; Caracciolo (Brescia), 16; Succi (Cesena) 15; Bellingheri (Livorno), Gonzalez (Novara) 14; Corvia (Brescia), Dionisi, Siligardi (Livorno), 13; Cutolo (Padova), Gabionetta (Crotone) 12; Comi (Reggina), Terranova, Berardi, Pavoletti, Boakye, (Sassuolo), Saponara (Empoli), 11; Farias (Padova), Malonga (Vicenza), Gomez, Martinho (Hellas Verona), 10.

Massimiliano di Cesare

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *