Redazione
No Comments

Playoff Serie A: Varese prima semifinalista. Milano, Roma e Sassari sul 3-2

Nelle gare 5 disputate convincenti affermazioni casalinghe di Acea, EA7 e Banco che si portano ad una vittoria dalle semifinali, raggiunte invece dalla Cimberio

Playoff Serie A: Varese prima semifinalista. Milano, Roma e Sassari sul 3-2
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nelle gare 5 dei playoff disputate convincenti affermazioni casalinghe di Acea, EA7 e Banco che si portano ad una vittoria dalle semifinali, raggiunte invece dalla Cimberio.

Gigi Datome, capitano di Roma

Gigi Datome, capitano di Roma

ACEA ROMA-TRENKWALDER REGGIO EMILIA 74-69 (3-2) – Roma parte con Taylor,Goss, Datome, Jones, Lawal mentre Reggio Emilia risponde con Cinciarini, Donnell Taylor, Antonutti, Slanina e Brunner. Partita vivace in avvio, i rientranti Jordan Taylor (4) e Lawal (10) sono imprenidibili , D.Taylor (10) e Cinciarini (12) rispondono. Goss (15) spara tre jumper consecutivi ma con la buona regia di Cinciarini Reggio rimane a contatto, superando con la tabellata sulla sirena del quarto di Troy Bell. Nel 2° quarto. 5 punti consecutivi dell’MVP della regular season Gigi Datome e il polacco Czyz (3) portano avanti Roma, Brunner (12) risponde con i suoi movimenti in post basso. Bobby Jones (16) e Lawal firmano il +6 Acea in contropiede. Nel terzo periodo si segna con il contagocce nonostante il grande agonismo in campo.

Reggio è intimorita dal contropiede di Roma e per coprire l’area rinuncia addirittura ad andare a rimbalzo offensivo. I ragazzi di Menetti riaprono in un amen il match con un mini-parziale di 6-0 propiziato da due tiri dalla lunga di Antonutti. Un paio di iniziative veloci di Jones e un antisportivo subito da Bailey riportano avanti Roma, che con la tripla di Datome sulla sirena del quarto chiude sul +9. Nell’ultimo quarto si riparte da due triple di Goss e Jones, a cui risponde il solito Bell che mantiene vive le speranze della Trenkwalder. La Virtus arriva fino al +12, Cinciarini e Taylor con due bombe consecutive riaprono la contesa. Reggio si porta a -5 con 5 punti di fila di Filloy, poi D’Ercole e J.Taylor la chiudono definitivamente.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI- LENOVO CANTU’ 81-58 (3-2)     Continua a dominare il fattore campo nella serie tra Banco di Sardegna e Lenovo, Sassari infatti si impone al PalaSerradimigni portandosi in vantaggio nella serie 3-2. La Lenovo fatica fin dalle prime battute ad attaccare la difesa dei sardi, mentre il Banco allunga trascinato da Gordon e Travis Diener.
Nella seconda frazione si sveglia Drake Diener e Sassari vola sul +10 (27 – 17) chiudendo il primo tempo con un discreto margine di vantaggio, di fronte agli evidenti problemi di Cantù, in partita solamente grazie a Tyus.
Il secondo tempo si apre con due triple consecutive di Vanuzzo che fanno volare la Dinamo sul 50 a 34, divario che Cantù non riuscirà più a colmare, spedendo in campo i panchinari in vista di gara6 da giocare in Brianza.

Gentile schiaccia

Gentile schiaccia

EA7 ARMANI MILANO – MONTEPASCHI SIENA 82-67 (3-2)       L’Olimpia va sul 3-2 esaltando i suoi oltre 6000 tifosi presenti a Desio. Nel primo quarto Bourousis è assolutamente infermabile sotto ai tabelloni e ben imbeccato da un preciso Marques Green porta subito avanti i suoi. Siena è stanca e non riesce a trovare buone soluzioni se non con gli uno contro uno di Hackett. All’intervallo è 32-23 Olimpia.

L’avvio di secondo tempo è pirotecnico, Siena segna due volte da tre con Moss e Hackett, ma Bourousis, Gentile e Fotsis  riescono a gestire il vantaggio con ottime soluzioni da dentro e fuori l’area. L’Olimpia amministra il vantaggio in maniera efficace anche nell’ultima frazione, mettendo Siena in bonus molto presto e controllando un vantaggio sempre oscillante attorno ai venti punti.

Sakota, decisivo

Sakota, decisivo

CIMBERIO VARESE- UMANA REYER VENEZIA 84-75 (4-1) – La Cimberio Varese è la prima semifinalista della stagione, eliminando in sole cinque partite una combattiva Venezia. Cimberio che guida sin dalle prime battute approfittando anche dell’assenza in casa Reyer di Szewczyk. Sakota (23) e Ere sono chirurgici e propiziano l’allungo varesino già dal primo quarto. Il secondo quintetto non è da meno e anche uno scatenato Polonara contribuisce a portare Varese sul +17. Nella seconda parte della gara Bowers e Diawara provano a rimontare Varese continua a martellare e chiude il match aspettando ora la vincente dello scontro tra Milano e Siena. La Reyer chiude un grandissimo campionato con i 21 di Diawara, i 13 di Bowers e i 15 di Rosselli.

Francesco Garibaldi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *